Lite stradale: prende a pugni un giovane e gli brucia l’auto

2/12/2020 -Dopo aver preso a pugni un automobilista aper una banale lite stradale, ha riempito una tanica di benzina e ha dato fuoco all’auto del contendente. E’ accaduto a Correggio nella notte del 27 novembre, e dopo qualche giorno i Carabinieri sono riusciti a individuare l’energumeno, un uomo di 38 anni residente nella cittadina, attraverso le immagini delle telecamere private e comunali. Dopo l’identificazione da parte della vittima in una seduta di riconoscimento fotografico, è scattata la denuncia alla Procura di Reggio Emilia per le accuse di danneggiamento seguito da incendio, lesioni personali e minacce.

I fatti, come detto, sono avvenuti venerdì notte 27 novembre. La vittima, un giovane di 28 anni domiciliato a Correggio, era alla guida della sua auto quando un’altra vettura ha urtato superficialmente lo specchietto retrovisore laterale. Con lui c’era la compagna che d’istinto ha alzato il braccio in segno di protesta verso l’altro conducente. Il quale per tutta risposta li ha seguiti fino a casa : dopo un’accesa discussione, lo sconosciuto ha preso a pugni il giovane sino a quando non è intervenuto un vicino che si è frapposto tra i due.

L’aggressore si è poi allontanato in auto non prima di aver lanciato altre minacce. Ma poco dopo è tornato con una tanica riempita di benzina in un vicino distributore e come se niente fosse ha fuoco all’ auto della coppia.

Il ragazzo è stato curato in ospedale per le lesioni provocate dai pugni, giudicate guaribili in 5 giorni. L’auto è rimasta danneggiata.

A portare i carabinieri Correggesi all’identificazione dell’aggressore sono state le telecamere di alcune abitazioni private, il sistema lettura targhe comunale e quelle di un distributore di benzin, grazie alle quali sono risaliti all’auto in uso all’aggressore. La prova del nove circa la sua responsabilità è giunta dalle stesse vittime che in una seduta di individuazione fotografica.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *