Ruba la carrozzina a ragazzino disabile
Preso e denunciato grazie alla app You Pol

28/11/2020 – Il 23 novembre scorso il padre di un ragazzino disabile di 12 anni, residente a Reggio, si presentato alla Polizia per denunciare un atto odioso: il furto della carrozzina elettronica del figlio, rubata dall’androne del palazzo dove vive la famiglia.

Quella carrozzina elettrica è l’unico mezzo di locomozione, assegnato dall’Ausl reggiana, a disposizione del dodicenne,

La notizia si diffonde tra i compagni di classe, sino a che il papà di una coetanea del dodicenne, l’altro ieri si è accorto che sulla chat di classe della figlia un ragazzino aveva postato un video inerente l’accaduto.

Vista la situazione il giovane padre, che aveva scaricato sull smarphone la app “you pol” della polizia di stato , ha inviatop una segnalazione con l’indicazione della chat e dei suoi componenti. Grazie a questa segnalazione. Da quelle informazioni gli operatori della centrale operativa del 113 hanno potuto ricostruire l’accaduto, riuscendo ad identificare attraverso le immagini del video l’autore dell’inqualificabile atto di bullismo: sarebbe anche lui un minorenne, ora denunciato alla Procura compdetente di Bologna.

La brochure della Polizia sulla app YOU POL

COME FUNZIONA YOU POL

L’app. You pol nasce per garantire la massima accessibilità al pronto intervento della polizia di stato, ideata per contrastare bullismo e spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole ed è caratterizzata dalla possibilità di trasmettere in tempo reale messaggi ed immagini agli operatori della polizia di stato.

Le segnalazioni sono automaticamente geo-referenziate, ma è possibile per l’utente modificare il luogo dove sono avvenuti i fatti. E’ inoltre possibile dall’app chiamare direttamente il nue (numero unico europeo) e, dove non è ancora attivo, risponderà la sala operativa 113 della questura.

Tutte le segnalazioni vengono ricevute dalla sala operativa della questura competente per territorio.

Per chi non vuole registrarsi fornendo i propri dati, è prevista la possibilità di segnalare in forma anonima.

Anche chi è stato testimone diretto o indiretto – per esempio i vicini di casa –  può ovviamente segnalare il fatto all’autorità di polizia, inviando un messaggio anche con foto e video.

L’applicativo è facilmente installabile su tutti gli smartphone e tablet accedendo alle piattaforme per i sistemi operativi ios e android.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.