Parco del Popolo: due carpini bianchi in memoria di Falcone e Borsellino
Il sindaco: via al piano di forestazione di Reggio, in arrivo cinquemila alberi

22/11/2020 – Due alberi in memoria di Giovanni Falcone e Paolo borsellino, sono stati messi a dimora questa mattina alparco del Popolo, in occasione della Festa dell’albero che quest’anno causa pandemia, è stata celebrata senza i tradizionali appuntamenti collettivi. Si tratta di due nuovi carpini bianchi – poante autoctone tenaci emolto robuste donati dalla ditta Nonsoloverde di Reggio Emilia, che sostituiscono l’abete del Colorado rimosso quest’estate perchè era seccato.

I partecipanti davanti ai carpini e alla targa

Sono intervenuti l’assessora Carlotta Bonvicini e il sindaco Luca Vecchi, che ha ricordato come i carpini bianchi in memoria dei due giudici trucidati da Cosa Nostra “rappresentano di fatto il primo atto di un ampio Piano di forestazione promosso dall’Amministrazione comunale, che nei prossimi giorni vedrà la messa a dimora di oltre cinquemila piante per arrivare entro il 2024 a 50 mila nuovi alberi sul territorio comunale, per migliorare la qualità dell’aria e contrastare il cambiamento climatico.

Il sindaco Vecchi e l’assessora Bonvicini

L’iniziativa di quest’oggi ha inoltre un significato, che riguarda la legalità e l’impegno costante di una città contro ogni tipo di infiltrazione mafiosa e, non da ultimo, rappresenta un gesto di memoria e di quello che questi due grandi uomini rappresentano simbolicamente per la storia del nostro Paese”.

Alla piantumazione – promossa in occasione della Giornata nazionale degli Alberi, che si celebra in novembre ed è sostenuta dal botanico Ugo Pellini, membro della Consulta verde del Comune di Reggio Emilia – erano presenti Lorella Borciani, professoressa dell’Istituto scolastico Chierici, in rappresentanza della scuola e degli alunni che hanno realizzato la targa posta ai piedi degli alberi, in memoria dei due giudici vittime della mafia, e Gianni Vezzani, presidente della ditta Nonsoloverde.

L’appuntamento si è svolto con un numero di partecipanti contingentato a causa delle misure in atto per il contenimento dell’emergenza Coronavirus.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.