Il polo sportivo di via Agosti passa al Comune per 25 anni
L’aula bunker di Aemilia trasformata in spogliatoi e servizi

29/11/2020 – Il sindaco di Reggio Luca Vecchi e il vescovo Massimo Camisasca hanno firmato l’accordo che concede all’Amministrazione comunale l’usufrutto del polo sportivo di via Agosti di proprietà della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla per i prossimi 25 anni.

Grazie a questo accordo, l’area di quasi 110mila metri quadrati racchiusi tra le vie Agosti, Mogadiscio e Adua che comprende 11 campi di calcio, aree verdi e alcuni fabbricati, passerà per 5 lustri nelle mani del Comune di Reggio che si impegna a rilanciare e incrementare le strutture sportive di quest’area con un investimento di 2 milioni di euro.

” L’acquisizione da parte del Comune di Reggio di quest’area si leggein una nota di palazzo Civico – “rientra in una più ampia strategia di riqualificazione di un segmento in via di profonda trasformazione, grazie alla nascita appunto del parco Innovazione e alla riqualificazione di alcune aree di Santa Croce, grazie all’insediamento della sede del centro internazionale Loris Malaguzzi e alla nascita dell’arena Campovolo.

 Da quando sono arrivato a Reggio – ha detto il vescovo , Massimo Camisasca – ho deciso di occuparmi dei campi di via Agosti. Ero venuto a conoscenza della grande importanza che essi avevano rivestito per l’educazione di tanti giovani allo sport, per il Csi, per la Reggiana e per altre società sportive. Il cammino è stato lungo. Bisognava superare tanti intoppi burocratici e anche progetti falliti. Infine,oggi, è un giorno di festa. Sono felice che questa area sportiva, una delle più importanti in Italia per estensione, possa essere utilizzata al meglio attraverso una sua riqualificazione resa possibile dalla volontà della Diocesi di cederla in usufrutto per 25 anni al Comune di Reggio Emilia. Gli spazi, qualunque essi siano, dal seminario ai campi di via Agosti, devono poter essere utilizzati per l’educazione dei giovani”.

Il vescovo Camisasca e il sindaco Vecchi firmano l’accordo

“Grazie alla collaborazione fra Diocesi e Comune, la città torna a far splendere un luogo storico – ha detto a suavolta il sindaco Vecchi – Purtroppo negli anni passati gestori stranieri del polo sportivo di via Agosti non avevano fatto seguire alle parole i fatti, precipitandolo nel degrado. Oggi possiamo dire che il futuro che ci attende è un futuro di riuso intelligente e vocato alla città; recuperiamo le funzioni tradizionali e le mettiamo a disposizione di tutta Reggio, in un contesto quale è quello dell’Area nord nel quale, oltre allo sport, trovano la loro sede naturale l’educazione, la cultura, l’impresa innovativa, la musica e la rigenerazione di un quartiere storico quale è quello di Santa Croce”.

L’assessore alla Legalità Nicola Tria ha annunciato che in via Agosti sarà riutilizzata la grande struttura dell’aula bunker che ha ospitato il processo Aemilia: “Diventerà uno spazio coperto con con servizi accessori allo sport che diversamente ora non riusciremmo a realizzare”.

Un’operazione comunque criticata dal gruppo Lega in Sala del Tricolore, che a suo tempo aveva votato per il riuso dell’aula bunker come centro di formazione edi documentazione contro le mafie, da installare nel quartiere Parco Ottavi. In proposito, l’avvocato Tria ha assicurato sarà studiat nei prossimi mesi come “dedicare ad hoc un luogo alla memoria e all’impegno antimafia, che prosegue oggi più che mai”.

IL POLO SPORTIVO E GLI INTERVENTI

L’accordo siglato sabato prevede l’acquisizione da parte del Comune di Reggio del diritto di usufrutto per una durata di 25 anni per complessivi 550mila euro a favore della proprietà dell’intera area sportiva di via Agosti/Mogadiscio (22mila euro annui per 25 anni). A questa cifra l’amministrazione comunale aggiungerà 1,5 milioni di euro per assicurare nel corso dei 25 anni la manutenzione degli 11 campi in erba per il calcio e dei relativi servizi, eo per l’ampliamento della dotazione impiantistica. Con questo investimento, verranno realizzati un campo in erba sintetica (dimensioni 105 x 68 metri) per il calcio e un campo in erba naturale (120 x 60 metri) attrezzato per il Football americano, una disciplina che attualmente in città non dispone di uno spazio dedicato per il gioco e l’allenamento.

Accanto ai vecchi spogliatoi sarà installata proprio l’aula bunker di Aemilia, una struttura di 850 metri quadrati destinata ad ospitare servizi, nuovi spogliatoi, una palestra coperta attrezzata, funzionale anche ad attività di riabilitazione e fisioterapia, attività sociali ed educative. La disponibilità, fra l’altro, di nuovi spazi spogliatoio “consentirà di poter utilizzare in contemporanea i diversi campi sportivi presenti nell’area, contrariamente a quanto accade oggi ove il limite massimo di utilizzo è di tre campi per volta”.

Tra gli investimenti previsti dal Comune di Reggio vi è anche la realizzazione di un parcheggio da 30 posti auto su via Adua, quale ulteriore dotazione utile per atleti, personale tecnico e spettatori.

“L’impiantistica di via Agosti non verrà gestita direttamente dal Comune, ma verrà assegnata a soggetti terzi tramite procedura a evidenza pubblica. Il contributo che sarà richiesto agli affidatari permetterà al Comune di rientrare in parte dell’investimento fatto”.

IL POLO DI VIA AGOSTI OGGI

 Attualmente nel polo sportivo di via Agosti sorgono 11 campi in erba per il gioco del calcio. Nello specifico: un campo 80×120 con illuminazione, costituente il campo principale di allenamento all’epoca dell’utilizzo dell’impianto da parte della A.C. Reggiana. Il campo è direttamente accessibile dal relativo spogliatoio di via Agosti 6; un campo di metri 60×110, posto immediatamente a nord del precedente; due campi i metri 70×110, confinanti ad est con via Mogadiscio; un campo di metri 105 x 55 vicino a via Adua e da lungo tempo inutilizzato dall’ex Oratorio che lo aveva in gestione); un campo di metri 40×75, confinante ad ovest con la via Mogadiscio; un campo di metri 65×110 e uno di metri 55×110; due campi di metri 60×105, prospicienti la via Agosti, di cui uno illuminato; un campo da calcetto (cosiddetto da 7) di metri 42×25.

Nell’area sono inoltre presenti sei edifici sui quali al momento non sono previsti interventi. Oltre agli spogliatoi di via Agosti, vi sono alcuni fabbricati su via Mogadiscio e altri edifici con funzione di magazzino e lavanderia, e la “Villa Granata”.

L’aula bunker del processo Aemilia: sarà trasferita in via Agosti

GRUPPO LEGA: CON L’AULA BUNKER SIAMO ALLE SOLITE

IL CONSIGLIO VOTA IN UN MODO, VECCHI E LA GIUNTA FANNO TUTT’ALTRO

“Siamo alle solite: il consiglio comunale vota un’impegno e la Giunta e il Sindaco Vecchi fanno tutt’altro.
È il caso questa volta dell’aula Bunker del tribunale, che da dichiarazioni dell’ Assessore Tria in consiglio comunale nel Novembre 2019 avrebbe dovuto trovare una sua sistemazione definitiva in via Belgio, in un area adiacente al Parco Ottavi, come spazio civico, ovvero sede di associazioni e del centro di documentazione sulle mafie di Reggio Emilia.
Nulla di tutto ciò sarà fatto, infatti come apprendiamo dagli organi di informazione l’aula bunker diventerà una parte degli spogliatoi del centro sportivo di Via Agosti e di altri spazi per attività da svolgersi al chiuso.
Come al solito nella Reggio Emilia del PD si vota una cosa e se ne fá tutt’altra.
Ancora una volta sono state calpestate le prerogative e i diritti di noi consiglieri comunali, che avevamo scelto una destinazione ben diversa per la struttura in questione.
Ci si chiede a questo punto se la nostra attività nella massima istituzione cittadina serva a qualcosa, dal momento che non è la prima volta che le determinazioni del consiglio vengono disattese dalla Giunta comunale.
È doveroso poi sottolineare che destinare l’aula bunker ad uso spogliatoi in via Agosti non fa altro che svalutare enormemente l’importanza simbolica e sociale della struttura, che certamente avrebbe trovato una sua collocazione più idonea e naturale come sala civica per associazioni e centri di studi sulle mafie. (
Gruppo consiliare Lega Salvini premier Reggio Emilia)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *