Forza Italia in estinzione
Se ne va anche la commissaria provinciale Fantinati
“Abbandonati a noi stessi, nessuna speranza di cambiamento”

3/11/2020 – Continua l’esodo ai piani alti di Forza Italia: ad andarsene, dopo l’on. Benedetta Fiorini, ora è la Commissaria provinciale Cristina Fantinati, che al partito azzurro ha dedicato una ventina d’anni di militanza. Fantinati – di professione piccola imprenditrice, esponente del mondo cattolico, consigliera comunale a Novellara, nell’Unione Bassa reggiana e a palazzo Allende – lascia Fi con malcelata amarezza: “Il partito si è progressivamente spento, a livello locale siamo abbandonati a noi stessi, me ne vado dopo aver chiesto e e sperato inutilmente in un cambiamento di rotta”.

Cristina Fantinati

Ecco come Cristina Fantinati annuncia il suo addio: “L’esperienza con Forza Italia è stata per me lunga e per certi aspetti straordinaria, ma è ormai un’esperienza declinata al passato, perchè questo partito si è progressivamente spento e si è allontanato dai valori, dagli ideali e dai progetti che lo hanno ispirato dalla sua fondazione. L’atteso rinnovamento più volte annunciato non è mai avvenuto, prova ne è il crollo verticale del consenso politico degli ultimi tempi.
Le difficoltà politiche nazionali e lo stallo del partito – aggiunge – si riflettono inevitabilmente su chi coordina i territori a livello politico e organizzativo, su chi, come me, agisce con la triste consapevolezza di essere abbandonati a se stessi, in piena solitudine politica.  A livello locale tutto è lasciato alla volontà, ai meriti e al sacrificio di singoli meritevoli, che fortunatamente ancora esistono, ma senza un progetto, senza uno slancio e senza una linea politica chiara e credibile.
Più volte ho manifestato queste difficoltà e questi problemi al Coordinamento Regionale, ahimè nulla è cambiato e probabilmente nulla cambierà.
Per questo lascio Forza Italia, una scelta per me difficile, ma con la convinzione che ho maturato dopo essermi confrontata col Coordinamento Provinciale e dopo aver atteso e sperato in un cambiamento di rotta.
Continuerò il mio impegno istituzionale e politico con lo stesso spirito di servizio – conclude Fantinati – ma guardando al futuro, sempre fedele ai valori del centrodestra e a fianco di chi si impegna per costruire un’alternativa allo strapotere e all’arroganza della sinistra emiliana”.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Transu Manze Rispondi

    04/11/2020 alle 09:17

    Transu….Manze, di varia natura e aspetto. Ma quanto saranno felici i militanti della Lega, oramai ridotti a soldatini. Che si trovano ad obbedire a Generali imposti dall’alto, a prescindere dal campo di battaglia e dalla fede originaria a Da Giussano. Aperture che gioveranno o costeranno caro? Di norma, l’apertura vince se ha criterio e resta ancorata all’identita’ di chi apre. Possibile una sana convivenza fra Rubertelli, Vinci, Fiorini, Delmonte, Catellani, Fantinati, la vecchia guardia e i transfughi che si accoderanno a queste variegate transu manze? Ad occhio e croce, pare un mischione di gulasch riscaldato dagli effetti gastroenterici esplosivi. A meno di stomaci così forti da reggerne il peso. Auguri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.