Donna distrutta dalle vessazioni psicologiche
Dopo anni trova la forza di denunciare il marito
Sequestrate pistole e fucili

25/11/2020 – “Buona a nulla“, “mentecatta“, “mongola”, “buona a niente“. Questi alcuni egli epiteti rivolti regolarmente alla moglie sottoposta per anni a vessazioni psicologiche anche davanti ai figli minori. Vessazioni rivolte anche davanti ai figli minori, apostrofati a loro volta con i peggiori aggettivi. L’ultimo episodio che ha visto il figlio adolescente venire alle mani con il padre è stata la molla che ha indotto la donna a rivolgersi ai carabinieri denunciando il proprio calvario.

Condotte psicologiche maltrattanti che hanno fatto scattare la denuncia dell’ luomo alla Procura di Reggio Emilia con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Donna e figli sono stati collocati in una struttura protetta mentre all’uomo, detentore di armi, a scopo precauzionale sono state sequestrate le armi peraltro detenute con le autorizzazioni del caso: due pistole, una carabina e un fucile, con il relativo munizionamento.

I maltrattamenti erano cominciati all’indomani del parto del primo figlio, quando la donna uscita dall’ospedale era stata presa a urla dal marito per farla muovere, visto che camminava lentamente a causa dei punti del parto cesareo. Da qui offese quotidiane con scenate indescrivibili durate, ma fortunatamente senza violenze fisiche, che hanno gettato la donna in uno stato di frustrazione, al quale è riuscita a reagire dopo le lite tra marito e figlio.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Guido carboni Rispondi

    25/11/2020 alle 12:06

    QuestO é sicuramente un. IMBECILLE!! Senza alcun dubbio, bene ha fatto la moglie a rivolgersi al l’autorità e benissimo hanno fatto a togliergli le armi! Adesso dovrebbe essere sottoposto alla terapia antica !!! ( una buona dose di legnate!! costano niente ma il risultato é garantito!!) se persiste si può ripetere il trattamento finché non si avrà una guarigione completa ‘!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *