Cocaina da Scampia
Arrestata nell’operazione Fast Car, evade tre volte dai domiciliari: ora è in carcere

29/11/2020 – Dopo la terza evasione dalla detenzione domiciliare è finita definitivamente in carcere Maddalena Santoro, 39 anni, che nel giugno scorso era rimasta impigliata in un’inchiesta antidroga dei carabinieri reggiani.

Messadal giudice agli arresti domiciliari, in settembre l’evasione una prima evasione, poi replicata martedì 17 novembre ( finendo in manette). La notte di giovedì scorso, 26 novembre, la terza evasione per i medesimi motivi, come lei stessa ha ammesso ai carabinieri: “Stavo male e sono uscita per cercare metadone”. Per quest’ultima evasione era stata denunciata dai carabinieri della sezione radiomobile. La Procura reggiana alla luce della recidiva ha chiesto e ottenuto l’inasprimento della misura cautelare. Il GIP così disposto il trasferimento in carcere della 39 foggiana, per l’anagrafe residente a Parma, ma di fatto domiciliata presso l’abitazione di un’amica a Reggio Emilia, dove trascorreva i domiciliari per stupefacenti. Il provvedimento è giunto ai carabinieri reggiani che l’hanno quindi eseguito arrestando e portando in carcere la donna.

Giovedì notte poco prima delle 2.30 un equipaggio della sezione radiomobile aveva constatato la sua assenza dal domicilio reggiano. I militari hanno atteso la donna per mezz’ora, poi l’hanno rintracciata in via Gorizia mentre rincasava.

Era stata arrestata l’11 giugno, con altri tre uomini, nell’ambito dell’indagine “Fast Car” condotta dai carabinieri reggiani nei confronti di gruppo organizzato di 17 persone, indagate per spaccio e traffico di sostanze stupefacenti continuati in concorso, e alcuni anche per detenzione illegale di armi da fuoco. L’operazione Fast Car ha rivelatoche il canale di rifornimento della cocaina era quella campano: la droga arrivava al quartiere Scampia di Napoli, per un giro d’affari stimato in circa 10.000 euro al giorno.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *