Unipol “commissaria” Alleanza 3.0
Milva Carletti nuovo direttore generale Corporate del colosso coop

12/10/2020 Coop Alleanza 3.0, il dopo Alemagna appare più complicato del previsto. L’ex direttore generale, padre del piano di ristrutturazione del colosso cooperativo, e dimissionario sembra per contrasti su un grosso intervento finanziario, è stato sostituito il luglio da Piermario Mocchi come direttore generale Retail. E oggi il quartier generale di Casalecchio di Reno ha annunciato la nomina di Milva Carletti quale direttrice generale Corporate, con pari poteri di Mocchi. Il vertice della cooperativa. la più grande d’Europa nel consumo, parla di “rafforzamento”.

“Manager di grande esperienza, Milva Carletti ha maturato competenze specifiche in ambito Finance in importanti e primarie aziende italiane. Prima di approdare in Coop Alleanza 3.0, dal 2017 è stata Chief Corporate & Financial Officer di Gruppo UNA SpA (gruppo alberghiero che fa capo a Unipol) e ha avuto un lungo percorso in Manutencoop SpA (oggi Rekeep) culminato con l’incarico di amministratore delegato.

Milva Carletti

È stata, inoltre, consigliere di amministrazione indipendente in IGD SIIQ SpA, UnipolSai SpA e di altre società del Gruppo Unipol, oltre a essere stata consigliere esecutivo e non esecutivo in Società del Gruppo Manutencoop SpA”.

In Coop Alleanza 3.0 “Carletti avrà la responsabilità di conseguire gli obiettivi previsti nel Piano di Rilancio e attinenti agli ambiti finanza, amministrazione e controllo, sistemi, partecipazioni e patrimonio immobiliare, integrando la propria attività con quella del Direttore Generale Retail che ha la medesima responsabilità dal punto di vista commerciale. In considerazione della difficile congiuntura economica che, a causa dell’emergenza Covid, investe l’intero Paese, Coop Alleanza 3.0 rafforza ulteriormente la squadra manageriale con competenze di grande valore. La Cooperativa – conclude una nota di Casalecchio – imbocca così un percorso di ulteriore focalizzazione sugli obiettivi di efficientamento e ripartenza, in linea con la direzione intrapresa nella prima fase del Piano di Rilancio.

“L’ingresso di Milva Carletti rappresenta un passaggio importante nel processo di rinnovamento dei vertici della Cooperativa per governare in maniera efficace la complessità insita nella natura stessa della nostra organizzazione e, al contempo, di presidiare con attenzione le aree strategiche del business – così il presidente di Alleanza 3.0 Cifiello – Dopo la nomina di un Direttore Generale Retail, con responsabilità estese sulla rete dei nostri punti vendita, la scelta della Direttrice Generale Corporate va nella direzione di un impegno ulteriore nel conseguimento degli obiettivi codificati nel Piano di Rilancio, i cui risultati stiamo già apprezzando”. “Sono onorata di questo nuovo incarico – ha dichiarato Carletti – perché Coop Alleanza 3.0 è un punto di riferimento per la vita economica e sociale del nostro paese. Metterò a disposizione della Cooperativa e dei soci le mie competenze, la mia esperienza e la mia determinazione per perseguire i risultati previsti del Piano di rilancio”.

Restano intatti gli interrogativi sul perchè finanza, partecipazioni, controllo di gestione siano stati affidati a un direttore generale ad hoc che, non a caso, arriva dai piani alti del gruppo Unipol. Gruppo di cui, non dimentichiamo, Alleanza 3.0 detiene la partecipazione prevalente.

Il ruolo ritagliato per Carletti appare decisamente quello di un commissario, considerato l’elevato livello di indebitamento della cooperativa, per di più in un momento critico come l’attuale. Che il controllante diventi controllato? Lo sapremo dalle prossime mosse della nuova direttrice generale corporate.

Condividi

2 risposte a Unipol “commissaria” Alleanza 3.0
Milva Carletti nuovo direttore generale Corporate del colosso coop

  1. giosué Rispondi

    15/10/2020 alle 15:20

    Il viso è accattivante. Speriamo che lo sia anche nel fatti
    Tanti auguri

  2. gianni Rispondi

    18/10/2020 alle 09:44

    <<la coop.ne non dovrebbe essere una istituzione che si governa dal basso, cioè dai soci ? Fina ad ora i soci sono stati solo usati per fare acquisti , in virtù del nome coop, mentre a decidere erano e sono pochi gruppi di potere ?Qual è la differenza con l'impresa c.d. capitalistica privata ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *