Trafficante napoletano torna a Reggio e nasconde un mucchio di cocaina dalla sorella
Preso dai Carabinieri, lo ha incastrato un messaggio vocale

23/20/2020 – Ai carabinieri che l’hanno fermato per un controllo ha detto di essere appena arrivato dalla Campania e di essere ospitato dalla madre. Ma prima aveva inviato un messaggio vocale su WhatsApp annunciando a un amico: “…sono appena arrivato, ma sono a casa mia non a casa di mamma!”.

E infatti era ospitato dalla sorella e lì, come hanno scoperto i carabinieri della sezione operativa della compagnia di Reggio Emilia, aveva nascosto tre involucri per un totale di 235 ggrammi di cocaina e una decina di grammi di hascisc. E così, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti hanno arrestato un napoletano di 36 anni a seguito del sequestro del quantitativo di droga, più di due etti dicocaina che sul mercato possono arrivare a un valore di ventimila euro.  

I carabinieri con la cocaina sequestrata

Le indagini hanno preso spunto da alcune segnalazioni che riferivano circa un’attività di spaccio di stupefacenti che faceva capo a una persona di origini meridionali. I carabinieri, sulla scorta delle informazioni acquisite, sono risaliti al 36enne napoletano già arrestato nel passato per detenzione ai fini di spaccio.

Fermato ieri poco prima delle 16 alla guida di una Dacia Sandero, all’ispezione personale l’uomo è risultato “pulito”. Ha dichiarato di essere alloggiato presso la madre, ma lo ha tradito un messaggio vocale, rilevato nello smartphone dai carabinieri, in cui poco prima aveva detto a un amico  “Sono appena arrivato, ma sono a casa mia non a casa di mamma!”.

Considerato che fino all’aprile dell’anno scorso era ai domiciliari Reggio, e proprio nella casa attualmente occupata dalla sorella – a seguito dell’arresto nel 2016 per il possesso di quasi un chilo di marijuana – i carabinieri sono andati a perquisire l’abitazione. E lì , nella camera occupata dall’uomo, hanno trovato  due involucri di cellophane sottovuoto con 220 grammi di cocaina, oltre a un terzo involucro con 15 grammi circa di cocaina e due pezzi di hascisc del peso di 15 grammi.

Alla luce delle risultanze investigative il 36enne disoccupato e gravato da precedenti specifici veniva dichiarato in arresto e ristretto a disposizione della Procura reggiana.

Saluti

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *