“Reggio Emilia verso un clima estremo: fra 50 anni sarà peggio di Marrakech”
L’avvertimento di Stefano Mancuso, scienziato e filosofo delle piante

DI PIERLUIGI GHIGGINI

26/10/2020 – Fra cinquant’anni a Reggio Emilia la temperatura sarà più alta di cinque gradi rispetto a oggi. In estate la media sarà di 34 gradi, e ciò significa settimane e mesi a 40 gradi e oltre. “Un clima estremo, che oggi non ha neppure Marrakech”. Parola di Stefano Mancuso, docente di Arboricoltura generale a Firenze e direttore del Laboratorio internazionale di Neurobiologia delle piante, conosciuto come il “filosofo delle piante” e autore di numerosi saggi scientifici e divulgativi. Il suo ultimo lavoro “La pianta del mondo” è al primo posto nelle classifica Ibs libri nel settore Scienze, geografia, ambiente.

Stefano Mancuso al teatro Valli

Ieri mattina, nella sua conferenza al Teatro Valli e trasmessa in streaming (QUI) per il ciclo “Finalmente domenica” , Mancuso ha disegnato uno scenario apocalittico a causa della devastazione in atto della biosfera, che secondo lo studioso mette in forse la sopravvivenza della specie umana, travolta dai suoi stessi errori.

Il riscaldamento globale è un fenomeno reale, e avanza con una terrificante proporzione geometrica. “Per questo, visto che vi ho già rovinato la domenica – ha spiegato – voglio dirvi come sarà Reggio Emilia nel 2.070, fra soli 50 anni, in conseguenza del riscaldamento globale. Nel 2.070 la media delle temperature massime estive di Reggio Emilia sarà di 5 gradi più elevata dell’attuale: da 28 gradi di oggi a 34. E trattandosi di una media, vuol dire che avremo mesi tranquillamente oltre i 40 gradi centigradi. D’inverno la media aumenterà solo di 4 gradi. In estate cadrà il 40% in meno di piogge, però le riprenderemo tutte in autunno. Un clima così estremo – ha avvertito – non lo ha oggi neanche Marrakech, nel cuore del Marocco: fra 50 anni Reggio Emilia lo avrà peggiore . E ciò in base ai modelli previsionali “ottimistici”.

Marrakech (Marocco)

“A questi ritmi – ha concluso Mancuso – fra 50 anni il 19% delle terre emerse sarà inabitabile. Terre dove oggi vivono 2 miliardi e mezzo di persone: 2,5 miliardi costrette spostarsi perché il loro mondo sarà diventato inabitabile”.

Benvenuti, anche a Reggio Emilia, nell’apocalisse prossima ventura.

Cappa di smog sulla Pianura Padana. Foto da satellite
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *