Ragazzo rapinato e pestato a sangue alle ex-Reggiane
Nuovo blitz: recuperato un etto di hascisc, nigeriana tradotta al Cpr di Roma

27/10/2020Dalle 7 di questa mattina è in corso una nuova operazione nei capannoni abbandonati delle ex – Reggiane, ordinata dal Questore di Reggio Emilia Giuseppe Ferrari, per rintracciare gli autori sono in corso straordinari servizi di controllo all’interno dei padiglioni dismessi delle ex officine reggiane volti a ritracciare gli autori di una rapina violenta avvenuta nella notte ai danni di un giovane che era andato nella zona per comprare della droga.

Poco dopo la mezzanotte, gli agenti hanno soccorso un giovane, visibilmente agitato e a mal partito, nei pressi dell’ingresso dell’ex-Reggiane di via Agosti. Il ragazzo ha dichiarato di essere entrato nelle ex-Reggiane per comprare stupefacenti, e di esser stato aggredito da giovani africani. Per prendergli sette euro, lo hanno pestato a sangue, tanto che – portato al Pronto soccorso per le cure del caso – è stato trattenuto in osservazione a causa delle lesioni riportate.

Da qui i controlli scattati di prima mattina con 5 equipaggi della Polizia di Stato (ce la collaborazione del Reparto prevenzione crimine Emilia-Romagna occidentale), gli equipaggi della Polizia locale di Reggio Emilia con l’unità cinofila. Il fiuto del cane antidroga ha permesso di recuperare 100 grammi di hascisc. Portate in questura quattro persone prive di documenti.

Al termine degli accertamenti una donna nigeriana è risultata irregolare sul territorio nazionale e già denunciata per violazione dell’Ordine del Questore: è stata accompagnata in giornata al Centro di permanenza e rimpatrio di Roma. Gli approfondimenti investigativi continuano.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.