Nizza, assalto alla basilica di Notre-Dame: tre sgozzati da terrorista islamico
Il killer tunisino era sbarcato a Lampedusa

29/10/2020 – Il presidente francesce Emmanuel Macron è arrivato poco fa nella Basilica di Notre-Dame de Nice, a Nizza, in Avenue Jean-Medicine, dove alle 9 di questa mattina un giovane tunisino armato di una grossa lama ha ucciso tre persone, due uomini e una donna. Una quarta persona è ferita gravemente.

Le due persone morte all’interno della cattedrale sono state “sgozzate” o “decapitate“, secondo le diverse fonti. Una terza vittima, una donna, si è rifugiata in un bar vicino alla chiesa, dove è morta poco dopo per le conseguenze delle ferite, come ha riferito radio France Info. “Dite ai miei figli che li amo”: queste le ultime parole prima di spirare della donna morta nel bar. La donna è stata colpita gravemente alla gola dall’aggressore, che non è riuscito a decapitarla.

Notre-Dame de Nice Photo Dylan Meiffret per Nice-Matin

L’assassino, Brahim A. , ha 21 anni ed è stato fermato dai proiettili delle forze speciali. Ora è ricoverato in rianimazione all’ospedale nizzardo. Contrariamente alle notizie diffuse subito dopo il bagno di sangue, iltunisino avrebbe agito da solo. Il sindaco della città, capoluogo della Costa Azzurra, ha detto che ripeteva di continuo “Allah u Akbar“. In tutta la Francia , alla vigilia di un nuovo lockdown anti-covid, è stato problemato lo stato di massimo allarme terrorismo, con effetto immediato.

IL KILLER ERA SBARCATO A LAMPEDUSA

Il killer era sbarcato a Lampedusa assieme ad altri migranti. L’Ansa riferisce che la conferma delle modalità con cui il tunisino è entrato in Europa arriva da fonti degli apparati di sicurezza secondo le quali nell’isola c’è stata la prima registrazione dell’uomo. Sono in corso in stretto contatto con le autorità francesi, tutti gli accertamenti per ricostruire i vari spostamenti del tunisino. Non è la prima volta che un tunisino sbarcato in Italia si è poi reso protagonista di atti di terrorismo in Europa: a febbraio del 2011 sempre a Lampedusa arrivò – assieme a migliaia di tunisini – Anis Amri, l’autore della strage al mercatino di Natale di Berlino nel 2016.

(QUI LA DIRETTA DI NICE-MATIN)

AFGHANO ARMATO DI COLTELLO FERMATO A LIONE

la paura oggi colpisce di nuovo tutta la Francia, non solo a Nizza. Un afghano armato di coltello è stato fermato a Lione

Un uomo armato di un’arma, forse un giocattolo, è stato ucciso dalla polizia ad Avignone nei pressi dell’ospedale psichiatrico di Montfavet. L’uomo avrebbe tentato di attaccare dei poliziotti in strada ma l’episodio – si è poi appreso – non è oggetto di indagini della procura antiterrorismo. 

Anche il consolato francese a Gedda, in Arabia Saudita, è stato attaccato: una guardia è stata ferita da un assalitore saudita. Lo riferiscono i media sauditi. 

TUTTA L’EMILIA CON NIZZA: IL CORDOGLIO DEL GOVERNATORE BONACCINI

29/10/2020 – “Quanto accaduto questa mattina a Nizza è terribile. Il terzo attacco in Francia in poche settimane, con vittime innocenti di una violenza che lascia sconcertati e atterriti. Una violenza e atti terroristici che nessuna religione prevede o giustifica. Colpire la Francia è colpire l’Europa, è colpire tutti noi e la libera, civile convivenza, fondamenta di ogni democrazia”.

Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.

Forze speciali davanti alla Basilica

“Esprimo profondo cordoglio per le vittime e vicinanza alle famiglie- prosegue-. L’intera comunità regionale dell’Emilia-Romagna si stringe alla città di Nizza, al popolo e alle istituzioni francesi, a cui davvero deve arrivare il sostegno di tutti noi”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *