Il Covid piega la Reggiana
Doloroso 1-2 ad Ascoli

DI PAOLO COMASTRI*

Paolo Comastri

21/10/2020 – Seconda sconfitta consecutiva per la Reggiana che, dopo lo stop casalingo contro il Chievo Verona, esce dal Del Duca di Ascoli piegata da un doloroso 1 – 2.

Che la strada fosse tremendamente in salita per i granata lo si era compreso fin dalle ore antecedenti il match, con il Covid ad irrompere fragorosamente dentro la Alvini band; lui stesso contagiato, con altri due membri dello staff, i collaboratori tecnici Damiano Bertani e Andrea Vieri, oltre ai giocatori Fausto Rossi, Gabriel Lunetta e Simone Muratore.

Tutti, ovviamente in quarantena.

All’arrivo in terra marchigiana la squadra e tutto lo staff su richiesta dell’Ascoli, come peraltro previsto dai protocolli Covid, è stata sottoposta al tampone pena la sconfitta a tavolino; per inciso il costo per ogni singolo tampone è di 70 euro…

Numero di assenze rilevanti quindi in casa granata, che hanno contraddistinto la prima di Renato Montagnolo da capo-allenatore in B.

Ascoli più in palla, Reggiana che fatica a entrare in partita e va sotto; corretta l’assegnazione dell’arbitro Meraviglia per il fallo di Espeche su Sabiri, sfortunato Cerofolini che pure intuisce l’idea del numero 21 ascolano.

Il 2-0 poi è una vera e propria mazzata nata da un errore di Libutti che serve male Varone e innesca Bajic che insacca.

La Reggiana non riesce a graffia mire nel primo tempo, se non con conclusioni deboli di Varone e Zamparo nel primo tempo, che non impegnano particolarmente Leali; lo stesso numero uno ascolano ha “regalato” un’occasione ai granata ma la punizione è stata mal calciata da Varone.

L’Ascoli colpisce anche un palo con Chiricò al quinto del secondo tempo e sfiora la rete in due occasioni con Cerofolini che respinge rispettivamente in tuffo e di piede.

Sembra tutto fatto, poi entra Augustus Kargbo e la scossa arriva in casa granata; prima regala l’assist per il terzo gol di Mazzocchi in questo campionato, poi la rete annullata al 93’.

C’è il fuorigioco di Mazzocchi, che è davanti alla porta in posizione irregolare. 

La Reggiana non perdeva in trasferta dal 9 febbraio, quando i granata incassarono lo stop per 5-1 contro il Carpi.

risultati della quarta giornata di Serie B: Ascoli-Reggiana 2-0, Chievo Verona-Brescia 1-0, Cittadella-Pordenone 2-0, Empoli-Spal 2-1, Frosinone-Virtus Entella 0-0, Pisa-Monza 1-1, Reggina-Cosenza 0-0, Venezia-Pescara 4-0, Vicenza-Salernitana 1-1.


IL TABELLINO

ASCOLI-REGGIANA 2-1 (finale)

MARCATORI: 5′ pt Sabiri (A) su rig., 25′ pt Bajic (A); 45′ st Mazzocchi (R)

ASCOLI (4-3-2-1): Leali; Pucino, Brosco, Spendlhofer, Kragl; Cavion, Saric (17′ st Gerbo), Sabiri (11′ st Tupta); Chiricò, Pierini (17′ st Cangiano); Bajic (39′ st Donis). A disposizione: Sarr, Ndiaye, Corbo, Sini, Ghazoini, Avlontis, Lico, Matos. Allenatore: Alberto Bertotto.

REGGIANA (3-4-1-2): Cerofolini; Gyamfi, Espeche, Martinelli; Libutti (1′ st Zampano), Radrezza, Varone (31′ st Kargbo), Kirwan; Voltan (16′ st Pezzella); Zamparo (1′ st Marchi), Mazzocchi. A disposizione: Voltolini, Venturi, Galeotti, Gatti. Allenatore: Renato Montagnolo.

ARBITRO: Francesco Meraviglia di Pistoia; Assistenti: Alessio Berti di Prato e Valentino Fiorito di Salerno; IV uomo: Giacomo Camplone di Pescara.

NOTE – Ammoniti Varone, Saric, Pucino, Voltan, Zampano, Kirwan. Calci d’angolo 3-1 per la Reggiana.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *