Giunta di Reggio, Fabiana Montanari (Pd) “parassessore” al mondo gay, lesbo e trans: è la prima in Italia
Sala del Tricolore, interviene il deputato Zan: escono Forza Italia e Lega

5/10/2020 – La Giunta comunale ha da oggi un nuovo assessore, o per meglio dire un parassessore, incaricato del dossier dei diritti Lgbti (Lesbiche-gay-bisessuali-transessuali e intersex, cioè le persone che ritengono di poter cambiare sesso a piacimento). Si tratta della consigliera del Pd Fabiana Montanari “che sarà coinvolta in modo continuativo” nei progetti dell’amministrazione a favore del mondo Lgbti. E probabilmente il primo caso in Italia di un incarico specifico sul tema al governo di una città.

La nomina non è un fulmine a ciel sereno, ma è stata concordata in sede Pd come suggello al documento votato sempre oggi in Sala del Tricolore a sostegno della legge Zan “contro le discriminazioni basate sul sesso, orientamento sessuale, genere e identità di genere”. Documento approvato con 24 voti favorevoli (Pd, M5S, Reggio è, Più Europa, Immagina Reggio) e 2 voti contrari (Panarari del Gruppo Misto e Rubertelli di Alleanza Civica). Alla seduta ha presenziato e ha preso la parola anche il deputato dem Alessandro Zan, primo firmatario della proposta di legge. Lega e Forza Italia non hanno partecipato al voto ritenendo l’intervento di Zan, concesso dal presidente Matteo Iori, una “forzatura” del regolamento del Consiglio, che secondo la minoranza avrebbe previsto di interpellare la Conferenza dei capigruppo, prima di concedere la parola a un esterno non eletto.

In serata, dopo il voto, l’annuncio del sindaco Luca Vecchi e dell’assessora Annalisa Rabitti dell’incarico a Montanari, con foto di prammatica.

Da sinistra Fabiana Montanari, Luca Vecchi e Annalisa Rabitti

Così informa l’ufficio stampa: “Il sindaco Luca Vecchi, l’assessore alle Pari opportunità Annalisa Rabitti, cogliendo l’occasione della iniziativa odierna che ha portato alla approvazione della mozione a sostegno della Legge Zan, hanno condiviso la volontà di coinvolgere in modo continuativo la consigliera di maggioranza Fabiana Montanari nell’ambito delle molteplici iniziative e progetti dell’Amministrazione rivolte a promuovere i diritti della comunità LGBT.

L’esperienza e la competenza di Fabiana possono essere una grande opportunità per continuare a mantenere una progettualità e una posizione di avanguardia della città di Reggio Emilia sui diritti civili”, hanno sostenuto sindaco e assessore.

La consigliera Montanari ha ringraziato insieme al sindaco anche l’assessore Rabitti garantendo il proprio impegno nel corso del mandato amministrativo”.

Non è chiaro se l’incarico della Montanari sia puramente politico o se sarà riconosciuto attraverso una delega formale. Di certo il “coinvolgimento continuativo” ne fa una sorta di assessore o parassessore dedicato al mondo gay, lesbo e trans.


Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.