E-R: 453 nuovi casi e 49 ricoverati gravi
Bonaccini: pronti a lockdown parziali
A Reggio 57 positivi in 24 ore, due persone in terapia intensiva

15/10/2020 – Covid-19, è crescente la preoccupazione per la curva dei contagi in Emilia-Romagna: oggi i nuovi positivi sono 453, di cui 78 nella città metropolitana di Bologna, 63 nella provincia di Modena, 57 a Reggio Emilia, 53 a Rimini e 48 in provincia di Piacenza. Un vero boom, 114 in più rispetto ai 339 di ieri e più del doppio rispetto ai 193 di giovedì scorso 7 ottobre. Si registra anche il decessodi un uomo di 90 anni in prpovincia di Modena. E mentre sono sotto stretta osservazione le strutture per anziani (oggi nel reggiano altri quattro contagi in un focolaio Cra) l’Ausl di Piacenza ha deciso lo stop degli accessi di visitatori, accompagnatori e caregiver negli ospedali del territorio, con eccezioni solo per casi giudicati strettamente necessari. Proprio nel Piacentino sarà in visita domani il ministro per la Salute Roberto Speranza, in quattro ospedali, da Fiorenzuola a Piacenza, per fare il punto sulla sanità locale.

Ma ciò che crea maggiori preoccupazioni è la curva dei ricoveri: sono 49 i pazienti in terapia intensiva nella regione, 14 in più rispetto a ieri, il doppio rispetto a tre giorni fa. E se il 95% dei casi attivi è in isolamento domiciliare, sono nove in più i ricoverati anche negli altri reparti Covid, che portano il totale a 392.

REGGIO EMILIA, 57 NUOVI CASI. DUE RICOVERI IN TERAPIA INTENSIVA

In provincia di Reggio Emilia, su 57 nuovi casi positivi, undici sono segnalati nel capoluogo, 10 a Rubiera, 8 a Scadiano e 4 a Correggio. Sono 29 – riferisce l’Ausl – i casi riconducibili a focolai familiari, 19 sono classificati come sporadici, 1 è in focolaio scolastico, 3 importati dall’estero ( Thailandia, Marocco, Belgio), 1 importato dalla Sardegna, mentre 4 sono attribuiti a focolaio in struttura per anziani.

52 casi sono in isolamento domiciliare, e 5 i ricoveri in terapia non intensiva (compresi anche i ricoveri in alberghi Covid). Sono due le persone entrate in terapia intensiva .

Stefano Bonaccini

BONACCINI: PRONTI A LOCKDOWN PARZIALI. BUS AFFOLLATI: A SCUOLA NEL POMERIGGIO

Si continua intanto a discutere sulle misure da adottare, sia a livello nazionale sia localmente, per cercare di contenere il contagio. “Bisogna essere pronti a lockdown parziali, molto parziali – ha detto il presidente della Regione Stefano Bonaccini – un lockdown generalizzato porterebbe da una pandemia sanitaria a una pandemia economica”. Quindi, misure ma solo “molto mirate se la curva dovesse aumentare”.E per ridurre l’affollamento sui mezzi pubblici ha proposto di dilatare gli orari scolastici su tutta la giornata, cioè mattino e pomeriggio.

Un ospedale di Piacenza


NUOVI CASI TOTALE
TAMPONI POSITIVI 57 6247
TERAPIA INTENSIVA 2
ISOLAMENTO DOMICILIARE 52 796
RICOVERO NON INTENSIVA 5 49*
GUARITI CLINICAMENTE TOTALI 238
GUARITI CON DOPPIO TAMPONE NEGATIVO
4909

* Il dato comprende le persone positive in isolamento negli alberghi COVID


Nuovi casi
Albinea
Bagnolo in Piano
Baiso 1
Bibbiano
Boretto
Brescello
Cadelbosco Sopra 3
Campagnola Emilia
Campegine 2
Canossa
Carpineti 2
Casalgrande 1
Casina
Castellarano 1
Castelnovo Sotto 2
Castelnovo ne’ Monti
Cavriago
Correggio 4
Fabbrico
Gattatico
Gualtieri
Guastalla 3
Luzzara 2
Montecchio Emilia
Novellara 2
Poviglio
Quattro Castella
Reggio Emilia 11
Reggiolo 1
Rio Saliceto
Rolo
Rubiera 10
San Martino in Rio
San Polo d’Enza
Sant’Ilario d’Enza
Scandiano 8
Toano
Ventasso 1
Vetto
Vezzano sul Crostolo 1
Viano 1
Villa Minozzo
Non residenti in provincia 1
Totale 57

Deceduti al 15 ottobre 2020:

-Uomini:

-Donne:

Deceduti

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 39.148 casi di positività453 in più rispetto a ieri, su 12.631 tamponi eseguiti.

Dei nuovi positivi, sono 211 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: complessivamente 155 persone (tra i nuovi positivi) erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 183 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,7 anni.

Sui 211 asintomatici, 135 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 35 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 3 con screening sierologici, 6 con i test pre-ricovero. Per 32 casi è in corso la verifica sul motivo del tampone.

Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano in quelle di Bologna (78), Modena (63), Reggio Emilia (57), Rimini (54), Piacenza (48), a Forlì (36), Parma (35), Ferrara (34), a Cesena (30), Ravenna (18).

A Bologna sono 78 i nuovi casi, compresi i 9 registrati nel circondario di Imola. Tra questi, 30 sono considerati sporadici, di cui 1 caso risulta importato dall’estero (Marocco) e 2 da altre regioni italiane. Trentanove sono riconducibili a focolai isolati (prevalentemente familiari, amicali o per frequenza di luoghi pubblici, scuole, luoghi di lavoro e feste private).

In provincia di Modena sono 63 i nuovi positivi, di cui 33 asintomatici. Nel dettaglio: 1 riferito a rientro dall’estero (Egitto), 36 (di cui 13 in Cra) sono contatti di casi noti, legati a diversi focolai; 2 sono risultati positivi dallo screening effettuato in ambito scolastico; infine, 24 sono casi sporadici per i quali è in corso la ricerca epidemiologica.

54 i nuovi casi in provincia di Rimini, di cui 29 asintomatici. Nel dettaglio: 17 sono pazienti sporadici individuati per sintomatologia; 32 sono contatti con casi certi, la maggior parte dei quali famigliari e già in isolamento al momento della diagnosi; 1 individuato con il test pre-ricovero, a cui si aggiungono 2 casi riferiti a persone rientrate dall’estero (Bielorussia e Moldavia). Altri 2 casi sono stati rilevati attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione.

In provincia di Piacenza sono 48 i nuovi positivi, di cui 8 asintomatici: 16 individuati con l’attività di contact tracing; 5 perché avevano sviluppato sintomi; 7 a seguito di segnalazione da parte del medico di famiglia; 8 individuati in ambito scolastico; 6 per i controlli in accesso al Pronto soccorso, 2 per screening effettuati su operatori sanitari, 1 relativo a un dipendente di una Cra, 3 individuati con test pre ricovero e 2 per accesso spontaneo a laboratorio privato. Infine, due persone erano rientrate dall’estero (Bulgaria e Turchia) e 1 per test al termine del periodo di quarantena.

Dei 35 nuovi casi a Parma e provincia – di cui 10 asintomatici – 8 sono stati rilevati nell’ambito dell’attività di contact tracing, 8 a seguito dell’insorgenza di sintomi; 8 a seguito di screening su determinate categorie (fra cui scuole e strutture sanitarie). 2 persone sono risultate positive al rientro dall’estero (Ucraina e Moldavia). Infine, 5 sono risultate positive con test eseguito in pre-ricovero, di cui uno su genitore accompagnatore, e 4 in ricovero.

Forlì si registrano 36 casi, di cui 25 sintomatici. 6 sono risultati positivi per contatto con un familiare positivo, 2 a seguito di rientro dall’estero (Burkina Faso e Romania). Altri 5 casi, in ambito lavorativo, per contatto con persone positive; 4 a seguito di tampone richiesto dal medico di famiglia per sintomi; 13 per contatti stretti in occasioni conviviali e sportive; 2 dopo il tampone in ricovero e 1 dopo le dimissioni da una struttura assistenziale. Infine, 2 casi sono stati rintracciati a seguito di contatti con un coinquilino positivo e 1 per accesso spontaneo a laboratorio privato.

In provincia di Ferrara ci sono 34 positivi, di cui 22 asintomatici: 14 sono stati individuati in quanto contatti di casi noti (riconducibili a un focolaio scolastico e uno amicale); 4 sono pazienti ricoverati per sintomi Covid e 1, asintomatico, per controlli sempre in strutture sanitarie; 1, sintomatico, individuato dal medico di famiglia; 1 per accesso spontaneo a laboratorio privato; 4 casi, tutti asintomatici, individuati a seguito dei controlli in un centro di accoglienza per cittadini stranieri. Infine, 9 casi sono stati accertati per screening in una Cra (3 operatori e 6 ospiti, di cui uno solo sintomatico).

Sono 30 i nuovi casi accertati a Cesena, 10 dei quali asintomatici. 16 sono stati individuati con il contact tracing su casi già accertati, prevalentemente in ambito familiare e amicale, e 14 dopo aver sviluppato sintomi.

Ravenna e provincia sono 18 i nuovi casi registrati, di cui 14 asintomatici. 1 è un paziente sporadico che aveva manifestato sintomi; 11 casi sono stati individuati per contact tracing, di cui 9 in ambito famigliare; 2 per accesso spontaneo a laboratorio privato, di cui 1 aveva partecipato ad un evento fuori regione; 2 per test pre-ricovero per altra patologia e 2 per screening professionale;

tamponi effettuati ieri sono stati 12.631, per un totale di 1.339.233. A questi si aggiungono anche 2.186 test sierologici.

casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 7.521 (373 in più di quelli registrati ieri).

Purtroppo, si registra 1 nuovo decesso: si tratta di un uomo di 90 anni, in provincia di Modena.

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 7.080 (+350 rispetto a ieri), oltre il 95% dei casi attivi.

Sono 49 i pazienti in terapia intensiva (+14 rispetto a ieri) e 392 (+9, sempre da ieri) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

Sul territorio, le 49 persone ricoverate in terapia intensiva, sono così distribuite: 5 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 5 a Parma (+1 rispetto a ieri), 2 a Reggio Emilia (+2 rispetto a ieri che erano 0), 7 a Modena (+2), 16 a Bologna (+5);  1 a Imola (+1 rispetto a ieri che erano 0), 1 a Ferrara (+1 rispetto a ieri che erano 0); 3 a Ravenna (+1), 3 a Forlì (numero stabile rispetto a ieri), 2 a Cesena (numero invariato rispetto a ieri) e 4 a Rimini (invariato rispetto a ieri).

Le persone complessivamente guarite salgono a 27.124 (+79 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 27.117 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 5.485 a Piacenza (+48, di cui 16 sintomatici), 4.660 a Parma (+35, di cui 22 sintomatici), 6.235 a Reggio Emilia, ma 6.247 secondo l’ausl territoriale  (+57, di 43 cui  sintomatici), 5.474 a Modena (+63, di cui 30 sintomatici), 7.666Bologna (+78, di cui 44 sintomatici) compresi i 635 casi di Imola (+9, di cui 8 sintomatici), 1.690 a Ferrara (+34, di cui 12 sintomatici); 1.962 a Ravenna (+18, di cui 4 sintomatici), 1.676 a Forlì (+36, di cui 25 sintomatici), 1.301 a Cesena (+30, di cui 22 sintomatici) e 2.999 a Rimini (+54, di cui 24 sintomatici).

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *