Residenze anziani, nuovo allerta
“Fate il test Covid a tutti i parenti”

Voci di focolaio in struttura religiosa di Reggio

9/10/2020 – Covid-19: un focolaio importante di contagio si registra nella struttura residenziale per anziani del comune di Ruberia, gestita dal colosso delle cooperative sociali Elleuno, che opera nei campi dell’assistenza e dei servizi educativi in una decina di regioni. Si parla di una quidicina fra anziani e operatori positivi al tampone nella Cra di via Zacconi : non vi sarebbero casi gravi, anche se cinque ospiti sono stati ricoverati a Reggio Emilia per le loro patologie pregresse.

Di certo il sindaco di Rubiera Cavallaro ha incontrato il direttore del distretto Ausl, l’ex- vicesindaco di Scandiano Marco Ferri. Sul Carlino Reggio, oggi Cavallaro lancia l’idea di sottoporre a contact tracing “anche i parenti degli ospiti delle case protette su tutto il territorio nazionale”.

La residenza per anziani comunale di Rubiera

Si riaccende dunque il faro sulle strutture per anziani, dopo il dramma – con una quantità impressionanate di morti – che in primavera ha sconvolto la rete assistenzialea causa della pandemia . Ma a imporre prudenza e sorveglianza speciale sono tutte le situazioni di vita comunitaria.

Si parla ad esempio di un focolaio nella canonica di una importante parrocchia del centro di Reggio. La notizia è stata ancora confermata e le autorità sanitarie non ne parlano (men che meno quelle religiose), tuttavia la notizia è trapelata dopo un ritiro spirituale avvenuto venerdì scorso a Marola. Sacerdoti e suore di cui era prevista la partecipazione non si sono presentati. e tali assenze sono state spiegate come una decisione prudenziale dopo la segnalazioni di alcuni contagi in una struttura parrocchiale della città.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.