Covid, dati preoccupanti
E-R: quattro morti, 339 nuovi casi e ricoveri in aumento
Boom di contagi a Reggio: sono 57 in 24 ore

14/10/2020 –  Anche oggi dall’Emilia-Romagna arrivano dati molto preoccupanti sull’emergenza Covid: sono in rapido aumento i ricoveri e si contano quattro morti, di cui due nella città metropolitana di Bologna: non accadeva da mesi.
    I nuovi casi di positività oggi sono 339 e di questi 160 sono asintomatici: dei nuovi casi ben 75 sono nel terrtiorio della città metropolitana di Bologna (la vecchia provincia), ma oggi si registra il boom di Reggio Emilia, dove i nuovi positivi sono 57: il secondo dato più negativo in regione, seguito da Rimini con 50 e da Modena con 49.

Sono stati fatti 15.607 tamponi, un numero record per una sola giornata. Le quattro vittime sono una donna di 91 anni nel Bolognese, un uomo di 83 anni nel Ferrarese, un uomo di 82 anni nel circondario di Imola (ciottà metropolitana di Bologna) e un uomo di 66 anni in provincia di Modena.

Ma il dato più preoccupante è, appunto, quello dei ricoveri che continuano a crescere a ritmo molto sostenuto: sono 35 quelli in terapia intensiva, 4 in più di ieri e 60 in più negli altri reparti Covid, per un totale di 383.
    La preoccupazione principale, al momento, torna però ad essere quella delle residenze per anziani. Nel ferrarese sono 21 i nuovi casi nelle residenze per anziani fra operatori e ospiti. Ma diversi casi si registrano anche anche in altre province, tanto che molte strutture, anche non toccate sinora dal contagioi, hanno deciso di chiudere le visite agli ospiti. Altre, invece, lo stanno seriamente prendendo in considerazione.
    In provincia di Modena, dove solo ieri si sono registrati 45 casi tra ospiti e operatori che lavorano nelle strutture (su un totale di 6 contagiati nella giornata) le Asp per precauzionehanno deciso l’isolamento da oggi per le sei Rsa da loro gestite nel territorio. Nelle due Rsa interessate dai contagi l’isolamento era scattato già domenica.

Case di riposo verso lo stop agli incontri con i familiari anche nel Piacentino: due strutture hanno già imboccato questra strada con una misura temporanea di due settimane ma oggi a Piacenza è prevista una riunione ad hoc per valutare la questione.

In provincia di Reggio Emilia, su 57 nuovi casi positivi, 30 sono riconducibili a focolai familiari, 21 classificati come sporadici, 3 in focolaio lavorativo, 2 in focolai di amici, 1 importato dall’Albania.

Tutti i casi sono in isolamento domiciliare.

IL RESOCONTO DELL’AUSL DI REGGIO EMILIA DEL 14 OTTOBRE


NUOVI CASI TOTALE
TAMPONI POSITIVI 57 6190
TERAPIA INTENSIVA
2
ISOLAMENTO DOMICILIARE 57 734
RICOVERO NON INTENSIVA
57*
GUARITI CLINICAMENTE TOTALI 242
GUARITI CON DOPPIO TAMPONE NEGATIVO
4890

* Il dato comprende le persone positive in isolamento negli alberghi COVID


Nuovi casi
Albinea
Bagnolo in Piano
Baiso 1
Bibbiano 1
Boretto
Brescello 2
Cadelbosco Sopra 3
Campagnola Emilia 1
Campegine
Canossa
Carpineti 1
Casalgrande 2
Casina
Castellarano
Castelnovo Sotto 8
Castelnovo ne’ Monti
Cavriago 1
Correggio 2
Fabbrico
Gattatico
Gualtieri
Guastalla 1
Luzzara 1
Montecchio Emilia
Novellara 7
Poviglio 1
Quattro Castella
Reggio Emilia 21
Reggiolo
Rio Saliceto
Rolo
Rubiera
San Martino in Rio
San Polo d’Enza
Sant’Ilario d’Enza
Scandiano 1
Toano
Ventasso
Vetto
Vezzano sul Crostolo 1
Viano 1
Villa Minozzo
Non residenti in provincia 1
Totale 57

IL BOLLETTINO DELLA REGIONE DEL 14 OTTOBRE

14/10/2020 – Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 38.695 casi di positività, 339 in più rispetto a ieri, su un numero record di tamponi eseguiti: 15.607.

Dei nuovi positivi, sono 160 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: complessivamente 122 persone (tra i nuovi positivi) erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 162 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 44,2 anni.

Sui 160 asintomatici, 83 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 19 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 18 con screening sierologici, 7 con i test pre-ricovero. Per 33 casi è in corso la verifica sul motivo del tampone.

Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano in quelle di Bologna (75 compreso Imola, che fa parte della città metropolitana ex-provincia), Reggio Emilia (57), Rimini (50), Modena (49), Parma (30), Ferrara (30), Piacenza (17), a Cesena (12), Ravenna (10),

A Bologna sono 75 i nuovi casi. Tra i sintomatici, 16 sono considerati sporadici e 23 riconducibili a focolai individuati (prevalentemente familiari, amicali o per frequenza di luoghi pubblici). Un caso risulta importato dall’estero (Marocco). Dei 34 casi asintomatici, 10 risultano sporadici e 20 da focolai (familiari, presso strutture socio-sanitarie e per cena in un pub).

50 i nuovi casi in provincia di Rimini, di cui 29 asintomatici. Nel dettaglio: 39 sono contatti con casi certi, la maggior parte dei quali famigliari e già in isolamento al momento della diagnosi; 8 sono pazienti sporadici individuati per sintomatologia; 2 individuati con il test pre ricovero, a cui si aggiunge una persona rientrata dall’estero (Moldavia).

In provincia di Modena sono 49 i nuovi positivi, di cui 22 asintomatici. Nel dettaglio: 3 sono rientri dall’estero (Ucraina, Russia, Romania) e 2 da altre regioni, 32 (di cui 5 in Cra) sono contatti di casi noti, legati a diversi focolai, anch’essi già isolati; 3 sono risultati positivi dallo screening effettuato in ambito scolastico e dopo il tampone pre ricovero; infine, 8 sono casi sporadici per i quali è in corso la ricerca epidemiologica.

Dei 30 nuovi casi a Parma e provincia – di cui 10 asintomatici – 9 sono stati rilevati nell’ambito dell’attività di contact tracing, 6 a seguito di screening su determinate categorie (fra cui scuole e Cra), 7 in quanto pazienti sintomatici. 4 persone sono risultate positive al rientro dall’estero, di cui una proveniente dal Portogallo e 3 dall’Albania. Infine, 3 sono risultate positive con test eseguito in pre-ricovero e una in ricovero.

In provincia di Ferrara30 positivi, di cui 22 asintomatici: 2 sono stati individuati in quanto contatti di casi noti (riconducibili a un focolaio scolastico e uno amicale); 2 sono pazienti ricoverati per sintomi Covid, 3 individuati perché avevano manifestato sintomi e 2 a seguito di tampone eseguito per screening su persone che prestano assistenza in ospedale. Infine, 6 sono operatori (di cui 1 sintomatico) e 15 ospiti (tutti asintomatici) di Cra.

In provincia di Piacenza sono 17 i nuovi positivi, di cui 8 asintomatici: 5 individuati con il contact tracing, 3 perché avevano sviluppato sintomi, 1 per accesso al Pronto soccorso, 2 per screening effettuati su operatori sanitari, 2 relativi a un ospite e a un dipendente di una Cra, 1 individuato con test pre ricovero e 1 per accesso spontaneo a laboratorio privato. Infine, una persona era rientrata dall’estero (Egitto) e una in partenza per l’estero.

Cesena si registrano 12 nuovi casi, 4 dei quali asintomatici. 7 sono stati individuati con il contact tracing su casi già accertati, prevalentemente in ambito familiare e amicale; 2 per sintomi e 2 per test volontari eseguiti in ambito lavorativo; 1 caso è di rientro dall’estero (Francia).

Ravenna e provincia sono 10 i nuovi casi registrati, di cui 4 asintomatici. 5 sono pazienti sporadici che avevano manifestato sintomi, 2 dei quali che avevano avuto contatti fuori regione; 3 casi sono stati individuati per contact tracing, di cui uno di rientro da altra regione e 1 per tampone eseguito volontariamente.

tamponi effettuati ieri sono 15.607, per un totale di 1.326.602. A questi si aggiungono anche 2.855 test sierologici.

casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 7.148 (272 in più di quelli registrati ieri).

Purtroppo si registrano 4 nuovi decessi: uno in provincia di Bologna (una donna di 91 anni), uno in quella di Ferrara (un uomo di 83 anni), uno a Imola (un uomo di 82 anni) e uno in provincia di Modena (un uomo di 66 anni). Il numero totale sale dunque a 4.502.

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 6.730 (+208 rispetto a ieri), oltre il 95% dei casi attivi. Sono 35 i pazienti in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri) e 383 (+60) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

Le persone complessivamente guarite salgono a 27.045 (+63 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 27.038 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 5.437 a Piacenza (+17, di cui 9 sintomatici), 4.625 a Parma (+30, di cui 20 sintomatici), 6.178 a Reggio Emilia, ma 6.190 secondo l’ Ausl territoriale (+57, di cui 46 sintomatici), 5.411 a Modena (+49, di cui 27 sintomatici), 7.588 Bologna (+75, di cui 39 sintomatici) compresi i 626 casi totali di  Imola (+6, di cui 4 sintomatici); 1.656 a Ferrara (+30, di cui 8 sintomatici); 1.944 a Ravenna (+10, di cui 6 sintomatici), 1.640 a Forlì (+9,  di cui 7 sintomatici), 1.271 a Cesena (+12, di cui 8 sintomatici) e 2.945 a Rimini (+50, di cui 20 sintomatici).

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *