Reggio passata al setaccio
Retata di clandestini, latitanti e ladri
Preso in centro spacciatore di bigliettoni falsi

3/10/2020 – Mobilitazione eccezionale delle forze dell’ordine, disposta dal Questore, per i controlli nelle zone “calde” di Reggio Emilia. Tra giovedì e venerdì, riferisce via Dante, pattuglie a raffica hanno tenuto sotto controllo via Roma e l’area stazione ex-Reggiane, anche in risposta alle segnalazioni e alle rimostranze dei cittadini che temono per la loro sicurezza. I risultati parlano da soli, ecco il resoconto diramato dalla Questura.

Area stazione fs ed Ex Reggiane – Pattuglie della Polizia e della Municipale hanno battuto via Sani e via Eritrea, per movimenti segnalati dai cittadini in un’autorimessa e in un locale pubblico.

Gli agenti hanno rintrcciato un algerino di 35 anni, tale F.S, colpito da un provvedimento di cattura per l’esecuzione della pena definitiva 8 mesi e 29 giorni per reati di spaccio di stupefacenti e contro il patrimonio. E’ stato accompagnato in carcere.

In via Roma è stato fermato il tunisino H.H. di 34 anni, senza fissa dimora, pregiudicato e clandestino: è stato espulso dal Paese con conseguente accompagnamento presso il centro di permanenza e rimpatrio di Torino .

Alle ex-Reggiane ove veniva rintracciato un altro tunisino di 29 anni, pregiudicato per reati contro la persona,il patrimonio e per spaccio di sostanze stupefacenti, anche lui privo di permesso di soggiorno. E scattato il provvedimento di espulsione e l’accompagnamento al Cpr di Torino.

In via Roma è stato fermato un tunisino , senza fissa dimora, pregiudicato e clandestino: è stato rispedito in Tunisia con la procedura di riammissione semplificata. . Segnalato all’ufficio immigrazione veniva colpito da provvedimento di espulsione con conseguente accompagnamento presso il centro di permanenza e rimpatrio di Torino .

Alle ex-Reggiane rintracciato un altro tunisino, H.L. di 28 anni, pregiudicato per reati contro la persona, il parimonio e per spaccio di sostanze stupefacenti. Anche lui privo di permesso di soggiorno, è stato subito espulso e accompagnato al Cpr di Torino.

Centro storico, via Roma, teatro Valli – Gli agenti in servizio hanno intercettato in via Roma una Mercedes con a bordo due persone, fermata che dopo un breve inseguimento. C’erano due giovani Rom: lui, bosniaco di soli sedici anni, guidava ovviamente senza patente: domiciliato in provincia, ha già una sfilza di precedenti di polizia. Con lui la bosniaca S, 18 anni, anche lei con precedenti di polizia. Portati in questura, sono risultati responsabili di un furto su un’auto nel parcheggio dei Petali: sono stati denunciati a piede libero.

Nei pressi del teatro Valli nella giornata di ieri, durante i controlli a tppeto operati dal Reparto Prevenzione Crimine dell’Emilia-Romagna, un pregiudicato italiano di 30 anni, G.Z, è stato preso in flagrante mentre spacciava banconote false in un negozio: aveva con se ben 17 banconote da cento euro contraffatte.

Controlli movida – Con apposita ordinanza , emanata dal Questore Giuseppe ferrari, sono stati eseguiti accurati controlli ai luoghi della movida reggiana, nei giorni di giovedì e venerdì, con l’intervento di equipaggi della Guardia di Finanza, della Municipale e della Polizia di Stato in abiti ivili della Divisione di Polizia amministrativa e sociale. Sono stati controllati complessivamente 17 esercizi commerciali e identificate 93 persone, di cui 2 arrestate e 3 denunciate. Sono state elevate 11 sanzioni ex art.4, dl 25/3/2020 per mancato utilizzo dei delle mascherine, mentre una sanzione da 400 euro è stata elevata nei confronti del titolare di un esercizio commerciale (mancata sensibilizzazione agli avventori sull’osservanza delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del covid-19.). Una ragazza è stata denunciata ai sensi dell’art. 341 bis c.p. (oltraggio a pubblico ufficiale) poiché durante un controllo , effettuato piazza Fontanesi, ha offeso un agenteo di fronte a numerosi testimoni. La giovane ha altri precedenti per violazione del dpcm del 22/3/2020, per essersi spostata dal comune di residenza senza comprovate ragioni nel periodo del lockdown.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.