Catturato lo sparatore di piazza del Monte: è di Acerra e ha 43 anni, la pistola era rubata
Tiro a segno contro gruppo di ragazzi: 9 colpi, 5 feriti, 1 gravissimo
Confessione sconcertante: “Sono stati maleducati”

17/10/2020 – E’ stato arrestato dalla Squadra Mobile di Reggio Emilia, alle 2 di questa notte, l’uomo che alle 22,40 di ieri sera ha sparato 9 colpi di pistola nella centralissima piazza Del Monte contro un gruppo di giovani. Ne ha feriti cinque, tutti di 18 anni : uno è gravissimo in prognosi riservata al Santa Maria Nuova, mentre gli altri hanno riportato ferite di lieve entità.

Lo sparatore, che ha confessato davanti al sostituto procuratore Laura Galli , è Gaetano Lombardi, 43 anni, napoletano di Acerra ma residente a Reggio Emilia, con precedenti di polizia per stalking.

Geetano Lombardi spara sui ragazzi in piazza Del Monte

Ora è in carcere accusato di tentato omicidio plurimo aggravato e detenzione illegale di arma da fuoco: sequestrata la pistola, una Beretta 6,35, che risulta rubata in provincia di Reggio Calabria. Inizialmente l’uomo ha negato le sue responsabilità, poi ha ceduto: “Sono stati maleducati, mi è scattato qualcosa”: questa la sua sconcertante ammissione.

In poche ore, dunque la Polizia ha risolto un caso che comunque ha fatto piombare il centro di Reggio nel clima dei quartieri partenopei colpiti dalle famose “stese” operate da bande di giovani armati.

La fuga dei giovani mentre Lombardi spara: uno è a terra ferito gravemente

Nel corso di una conferenza stampa, il questore Ferrari ha confermato che il delinquente, che ha sparato non alla cieca ma mirando bene alle persone, ha reso ampia confessione davanti al pm. Il gesto inoltre, hanno precisato gli inquirenti, sarebbe da ricondurre a un banale litigio avvenuto in piazza: al momento non è emerso alcun rapporto precedente tra lo sparatore e le sue giovani vittime.

Piazza del Monte transennata

La sparatoria è avvenuta in un’ora in cui, nonostante i limiti di orario imposti alla movida, i locali del centro sono ancora molto frequentati, tanto in piazza del Monte stavano transitando diverse persone ignare di tutto. E infatti qualcuno, con una buona dose di sangue freddo, è riuscito a filmare la scena con lo smartphone: le immagini sono diventate subito virali su facebook, e sono risultate preziose per arrivare rapidamente alla cattura dello sparatore.

Erano le 22,40 quando in piazza Del Monte Gaetano Lombardi ha sparato ben 9 colpi di pistola ad altezza d’uomo, con una Beretta calibre 6,35 (risultata, come detto, rubata in Calabria). Le cinque vittime, tutte intorno ai 18 anni, sono residenti in città. Uno dei ragazzi è ricoverato in prognosi riservata, mentre gli altri quattro raggiunti dai proiettili, fortunatamente se la sono cavata con ferite lievi

L’intervento della Polizia di stato è pressoché immediato in quanto le pattuglie erano già presenti nel centro città per il consute serisio di controllo della movida.

” Attraverso l’esame del sistema di video sorveglianza e l’immediata escussione dei testimoni presenti ai fatti, alcuni dei quali hanno ripreso e fotografato le fasi della sparatoria, la Squadra Mobile ha identificato e successivamente rintracciato nella sua abitazione l’autore del gesto criminoso”.

La pistola è stata sequestrata nel corso della perquisizione domiciliare, insieme agli indumenti indossati al momento del fatto.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Catturato lo sparatore di piazza del Monte: è di Acerra e ha 43 anni, la pistola era rubata
Tiro a segno contro gruppo di ragazzi: 9 colpi, 5 feriti, 1 gravissimo
Confessione sconcertante: “Sono stati maleducati”

  1. Enrico Ghini Rispondi

    18/10/2020 alle 15:23

    Reggio città delle persone? Leggiamo in giro a caratteri cubitali slogan del tipo ‘La cultura non starà al suo posto’, nella lingua velata del progressismo local. Tradotto per la gente comune, in base all’evidenza: ‘La malavita non starà al suo posto’. Si vende una Reggio attrattiva per talenti ed eccellenze. La realtà ci dice che Reggio sta attraendo della gran feccia malavitosa e parassita. Abbiamo raggiunto un limite non valicabile, un baratro non ulteriormente scavabile. Opposizione, batti un colpo, e che non siano rubertelli salati per tutti!!!

  2. Competenze Rispondi

    19/10/2020 alle 08:06

    Chi è lì l’assessore alla Cultura? In cosa è laureato/a e specializzato/a? Qual’è il suo percorso culturale e lavorativo?
    E tutti gli altri ‘eletti’?

    ——-

    Allora; di che dobbiamo ancora parlare, scusatemi ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.