Bulli violenti a 14 anni
Calci, pugni e sassata in testa a coetaneo
In quattro denunciati alla Procura dei minorenni

15/10/2020 – Inseguito, accerchiato e preso a calci e pugni da un gruppetto di ragazzini violenti, che senza alcun motivo hanno aggredito un coetaneo di 14 anni colpendolo alla testa con una pietra e stendendolo a terra. Sono scappati, per timore delle conseguenze, senza prestare soccorso alla loro vittima. 

Con la grave accusa di concorso in lesioni personali aggravate i carabinieri di Sant’Ilario d’Enza hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna quattro studenti residenti nel reggiano, tutti di età fra i 14 e i 15 anni.

La segnalazione è scatta a conclusione delle indagini sull’aggressione subita da un minore, di poco più piccolo di loro . la sera del 19 settembre,  nella zona di Sant’Ilario.

Il ragazzino camminava per strada, quando è stato inseguito dal gruppetto di quattro bulli che lo hanno circondato,pèrendendolo a calci e pugni in testa e sulla schiena. All’improvviso uno di loro lo ha colpito alla nuca con una pietra,con violenza tale da farlo stramazzare a terra. La vittima è rimasta esanime, e a quelpunto i ragazzini violenti, presi dalla paura, sono scappati.

Sant’Ilario d’Enza

All’ospedale – dove lo ha accompagnato la madre – i medici hanno diagnosticato un trauma cranico non commotivo con prognosi di 10 giorni. . Quindi la denuncia ai carabinieri di Sant’Ilario d’Enza che, nel giro di poche settimane, hanno individuato i responsabili.

La vicenda riporta ad analogo episodio di bullismo verificatosi in altro comune della Val d’Enza, dove un 14enne circondato e minacciato era stato rapinato di 5 euro da 3 bulli poi identificati e denunciati dai carabinieri. In quel caso la mamma della vittima aveva  scritto un post su Facebook per allertare anche gli latri genitori, per poi rivolgersi ai carabinieri denunciando il grave episodio. Quindi le indagini dei carabinieri che anche in quel caso hanno portato a individuare e denunciare tre adolescenti.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. salice non piangente Rispondi

    15/10/2020 alle 15:18

    In campagna, dove sono nato, c’era sempre qualche rametto di salice sotto al portico per le malefatte di qualche figlio.
    A S.Ilario ci sono ancora piante di salice? Forse potrebbero essere utili per questi giovani mascanzoncelli. Più che il Tribunale, una dose giornaliera da parte dei genitori per una settimana nelle gambe di questi ragazzotti potrebbe aiutarli a far loro passare i bollori di gioventù in erba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.