“Basta con rendering e panchine arcobaleno, ridateci i diritti e la sicurezza che non abbiamo più”
“Ci vuole serietà e pugno di ferro”

DI ISABELLA ALBERTINI E SALVATORE OCCHIUTO*

17/10/2020 – “Non bastano riqualificazioni o rigenerazioni urbane a garantire la sicurezza. Anzi la politica di desertificazione e mobilità zero del centro storico ha aumentato il degrado di una città che in vaste zone esprime la bomba sociale in atto. Mancando la visione di un progetto per la sicurezza e la legalità universale si minimizza ogni fatto di cronaca violenta come percezione della comunità, episodio atomistico di emarginazione sociale o culturale, illudendosi di confinare all’ex Reggiane l’illegalità crescente di matrice immigrazionista.

Questo scenario che si impone realtà vivente, come accaduto ieri in serata nel cuore del centro storico, evidenzia piuttosto il crescente isolamento sociale dei residenti dell’esagono privati di alcuni diritti, come quello alla sosta auto a distanza ragionevole dall’abitazione, alla illuminazione in diverse strade e alla sicurezza personale.

La delinquenza anche giovanile sempre meglio organizzata in bande rivali che si contendono il territorio della città sfida ormai da diversi anni una poco autorevole amministrazione. Basta con rendering, panchine arcobaleno, con la denuncia di un antistorico pericolo fascista, occorre invece far sentire, se necessario, il pugno di ferro, e soprattutto coerenza e serietà di intenti, perchè i reggiani hanno diritto di vivere con tranquillità la propria città e non preoccuparsi ogni volta che escono di guardarsi alle spalle. Per governare questo territorio occorre in primis credibilità”.

*Forza Italia

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *