Alessia Korotkova è cittadina italiana: la stella del taekwondo ora può sognare le Olimpiadi

27/10/2020 – “Finalmente cittadina italiana”. Esulta così Olesya – ma per tutti Alessia – Korotkova, 22enne di origine russa (nata a Krasnojarsk, nella Siberia centrale), ma residente in Italia da quando ne aveva tre, promessa del taekwondo che stamattina ha ricevuto ufficialmente la cittadinanza del nostro Paese, nella Sala del Tricolore di Reggio Emilia, città in cui vive da sempre e che sente sua. Adesso può sognare di vestire i colori azzurri alle Olimpiadi di Tokyo.

La celebrazione in Sala del Tricolore


    La storia della giovane di talento è salita alla ribalta un anno fa quando – dopo aver conquistato in carriera (iniziata all’età di 13 anni) cinque titoli nazionali – non ha potuto rispondere alla convocazione della Nazionale azzurra e neppure entrare in un gruppo sportivo, scontrandosi con la burocrazia che le impediva di ottenere appunto la cittadinanza per la quale aveva presentato richiesta due anni prima, nel 2017.
    Il paradosso è che Alessia non poteva neppure gareggiare per la Russia non essendo residente nella sua terra natale. Da qui la clamorosa decisione di lasciare lo sport. A inizio 2020 ha ripreso però gli allenamenti e da oggi è pronta a ritornare sul tatami, con l’obiettivo di rappresentare il Paese che ha sempre sentito suo.
   

(ANSA)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.