Covid Reggio, 130 positivi in un giorno
Ricoveri triplicati in una settimana
E-R: dieci morti, Bologna oltre i 9 mila casi totali

23/10/2020 -gli ultimi dati confermano che anche a Reggio Emilia è in corso un’esplosione del contagio Covid: oggi l’Ausl segnala ben 130 nuovi casi, sul totale di 888 registrato in Emilia-Romagna (uno in meno di ieri). E anche oggi quello reggiano è il dato peggiore della regione dopo quello di Bologna (199 nuovi positivi nell’area metropolitana) che ha superato la soglia dei 9 mila casi totali da inizio pandemia.

Drammatico anche il dato dei decessi: dieci i morti in Emilia-Romagna nelle 24 ore, di cui 6 a Modena (tre uomini rispettivamente di 98, 87 e 76 anni e tre donne, di cui due di 81 anni e una di 85 anni), 2 a Ferrara (due donne di 96 e 87 anni), 1 a Piacenza (una donna di 100 anni) e 1 a Bologna (un uomo di 90 anni).

LA SITUAZIONE A REGGIO EMILIA

A Reggio Emilia, su 130 nuovi positivi, ben 60 sono nel capoluogo. E inoltre 8 a Scandiano, 7 nel comune di Viano, 6 a Guastalla, 4 rispettivamente a Sant’Ilario, Gattatico, Baiso e Bibbiano.

Sono 126 classificati come sporadici, valea dire non collegati a focolai già noti. Ma -come ha notato ladirettrice dell’Auslcristina Marchesi – possono a loro volta generare dei focolai e di conseguenza moltiplicare il numero dei contagiati.

La buona notizia è che tutti i casi di oggi sono in isolamento domiciliare, quindi con sintomi lievi. Non è comunque una situazione rassicurante.

I VERTICI AUSL: DATI NON CONFORTANTI, RICOVERI TRIPLICATI IN UNA SETTIMANA

Oggi pomeriggio, nel corso di una conferenza stampa in remoto, i vertici dell’Ausl di Reggio Emilia – direttore generale Cristina Marchesi, direttore sanitario Nicoletta Natalini, direttore degli ospedali Giorgio Mazzi – hanno definito “non facile” la situazione. “I dati non ci confortano: negli ultimi sei-sette giorni abbiamo assistito a uno sviluppo esponenziale del contagio con l’aumento dei focolai famigliari, ed è triplicato il numero dei ricoverati – ha detto Mazzi – Oggi sono 90, ma il 16 ottobre erano 35. Se si continua con questo ritmo, entro una settimana dovremo raddoppiare i posti letto di terapia intensiva e di semintensiva”,

Cristina Marchesi e Nicoletta Natalini in streaming

Nondimeno il sistema sanitario appare più preparato di prima, ha fatto tesoro di problemi ed errori della prima ondata ed è in grado di affrontare una nuova emergenza con un piano articolato in due fasi: la prima a 191 ricoveri, e la seconda quando – si spera di no – si dovesse arrivare ai 354 , “che significherebbe ripiombare nella situazione di primavera”.

Giorgio Mazzi

“La sfida ora – ha aggiunto Mazzi – è il bilanciamento tra sezioni Covid, che vanno completamente isolate dalle altre, e il resto dei reparti, per non interrompere più l’assistenza e gli interventi ospedalieri ordinari”.

A GUASTALLA PRIMA RESIDENZA PER ANZIANI COVID-POSITIVI

Oggi intanto – ha annunciato Marchesi – “in una struttura socio sanitaria di Guastalla abbiamo aperto la prima residenza per anziani Covid-positivi, per un totale di 18 posti letto. I primi quattro ospiti sono arrivati in giornata. Inoltre stiamo attrezzando una residenza temporanea per malati psichiatrici Covid-positivi”. Struttura – ha precisato la dottoressa Natalini – realizzata a Reggio Emilia, nel polo psichiatrico di via Petrella.

E comunque- ha ribadito Marchesi – le armi di difesa migliori restano il distanziamento tra le persone, la mascherina, l’igiene accurata delle mani.

LA SITUAZIONE IN EMILIA-ROMAGNA: BOLOGNA HA SUPERATO I 10 MILA CASI TOTALI

Sono 888 i nuovi casi di positività al Covid in Emilia-Romagna, scoperti nelle ultime ore 24 ore sulla base di quasi 16mila tamponi. Si contano dieci nuove vittime mentre rimane stabile da due giorni (86) il numero dei ricoverati in terapia intensiva.
    Dei nuovi positivi 472 sono gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing La provincia con più contagi è quella di Bologna (città metropolitana) che oggi conta 199 nuovi positivi, i 35 del comprensorio imolese, e ha superato la soglia psicologica dei 10 mila contagiati da inizio pandemia (10.040) compresi i 796 totali di Imola. A seguire Reggio Emilia (130) e Piacenza (118).

I casi attivi a livello regionale, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 12.514 e sono in aumento i ricoverati negli altri reparti Covid: 657, 21 in più rispetto a ieri.
 Oggi si contano dieci morti: sei a Modena (tre uomini rispettivamente di 98, 87 e 76 anni e tre donne, di cui due di 81 anni e una di 85 anni), due a Ferrara (entrambe donne di 96 e 87 anni), uno a Piacenza (una donna di 100 anni) e uno a Bologna (un uomo di 90 anni).

IL RESOCONTO DELL’AUSL DI REGGIO EMILIA DEL 23 OTTOBRE


NUOVI CASI TOTALE
TAMPONI POSITIVI 130 6899
TERAPIA INTENSIVA
3
ISOLAMENTO DOMICILIARE 130 1538
RICOVERO NON INTENSIVA
111*
GUARITI CLINICAMENTE TOTALI 361
GUARITI CON DOPPIO TAMPONE NEGATIVO
4937

* Il dato comprende le persone positive in isolamento negli alberghi COVID

I NUOVI CASI COMUNE PER COMUNE: 60 SU 130 NEL CAPOLUOGO


Nuovi casi
Albinea 3
Bagnolo in Piano
Baiso 4
Bibbiano 4
Boretto
Brescello
Cadelbosco Sopra 1
Campagnola Emilia 1
Campegine 2
Canossa 1
Carpineti 1
Casalgrande 2
Casina
Castellarano 1
Castelnovo Sotto 1
Castelnovo ne’ Monti 1
Cavriago 2
Correggio 3
Fabbrico
Gattatico 4
Gualtieri
Guastalla 6
Luzzara
Montecchio Emilia
Novellara 2
Poviglio 2
Quattro Castella 3
Reggio Emilia 60
Reggiolo
Rio Saliceto
Rolo
Rubiera 2
San Martino in Rio 1
San Polo d’Enza 1
Sant’Ilario d’Enza 4
Scandiano 8
Toano
Ventasso
Vetto
Vezzano sul Crostolo
Viano 7
Villa Minozzo
Non residenti in provincia 3
Residenti in altra regione
Totale 130
L’ospedale S. Orsola Malpighi di Bologna

IL BOLLETTINO DELLA REGIONE DEL 23 OTTOBRE

23/10/2020 – Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 44.365 casi di positività888 in più rispetto a ieri, su un totale di 15.978 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore.
Dei nuovi positivi, sono 472 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.
Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: complessivamente 182 persone (tra i nuovi positivi) erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 278 sono state individuate nell’ambito di focolai già noti.
L’età media dei nuovi positivi di oggi è 44,8 anni.
Sui 472 asintomatici, 134 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 46 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 1per screening sierologico, 4 con i test pre-ricovero. Per 287 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.
La provincia con più contagi è quella di Bologna (164), a seguire Reggio Emilia (130), Piacenza (118), Rimini (116), Modena (89), Ravenna (62), Parma (54), Ferrara (55), il territorio di Forlì (43), quello di Imola (35) e l’area di Cesena (22).

tamponi effettuati sono stati 15.978, per un totale di 1.449.195. A questi si aggiungono anche 2.855 test sierologici.
casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 12.514 (851 in più di quelli registrati ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 11.771 (+830 rispetto a ieri), il 94,1% dei casi attivi).
Purtroppo, si registrano 10 nuovi decessi: 6 a Modena (tre uomini rispettivamente di 98, 87 e 76 anni e tre donne, di cui due di 81 anni e una di 85 anni), 2 a Ferrara (entrambe donne di 96 e 87 anni), 1 a Piacenza (una donna di 100 anni) e 1 a Bologna (un uomo di 90 anni).
Per il secondo giorno consecutivo, non crescono i pazienti in terapia intensiva, che rimangono 86 in tutto il territorio regionale, mentre sono 657 (+21 da ieri) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

I RICOVERI IN INTENSIVA


Sul territorio, le 86 persone ricoverate in terapia intensiva sono così distribuite: 7 a Piacenza (invariato rispetto ieri), 8 a Parma (invariato rispetto a ieri), 3 a Reggio Emilia (invariato rispetto a ieri), 8 a Modena (invariato rispetto a ieri ), 40 a Bologna (1 in più di ieri), 2 a Imola (invariato rispetto a ieri), 5 a Ferrara (1 in meno rispetto a ieri), 2 a Ravenna (invariato rispetto a ieri), 4 a Forlì (invariato rispetto a ieri), 2 a Cesena (numero invariato rispetto a ieri) e 6 a Rimini (invariato  rispetto a ieri).
Le persone complessivamente guarite salgono a 27.304 (+27 rispetto a ieri).

I NUOVI POSITIVI PROVINCIA PER PROVINCIA


Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 5.960 a Piacenza (+118, di cui 22 sintomatici), 5041 a Parma (+54, di cui 41 sintomatici), 6.899  a Reggio Emilia (+130, di cui 40 sintomatici), 6108 a Modena (+89, di cui 38 sintomatici), 9.040 Bologna (+199, di cui 102 sintomatici) compresi i 796 casi a Imola (+35, di cui 25 sintomatici); 2.076 a Ferrara (+55, di cui 17 sintomatici); 2.259 a Ravenna (+62, di cui 31 sintomatici), 1.948 a Forlì (+43, di cui 34 sintomatici), 1.474 a Cesena (+22, di cui 20 sintomatici) e 3.560 a Rimini (+116, di cui 71 sintomatici).

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *