Strisce pedonali cancellate davanti alle scuole, però il Comune ridipinge i parcheggi a pagamento

14/9/2020 – Oggi sono tornati a scuola nel reggiano 13mila tra bambini e ragazzi. Tuttavia, mentre si richiedono mascherine obbligatorie e distanziamento sociale superiore alle misure indicate, “il sindaco Luca Vecchi non ha pensato di far rifare le strisce pedonali davanti alla maggior parte dei plessi scolastici, non garantendo la sicurezza degli alunni nel recarsi a scuola”.

Lo rilevano gli esponenti reggiani di Fratelli d’Italia, Marco Eboli e Ivaldo Casali, che ironizzano sul fatto che invece sono stati ridipite le strisce blu, quelle dei parcheggi a pagamento, in Viale Monte San Michele e nel vicino parcheggio di Via Samarotto.

“Proprio dai proventi di parcheggi ed autovelox, si pensi a quello di Codemondo, che frutta al Comune cospicue risorse, in base al Codice della strada, il Comune dovrebbe attingere per opere utili alla mobilità e alla sicurezza stradale, come nel caso delle strisce bianche per l’attraversamento pedonale – rilevano i due esponenti della destra – Il Sindaco Vecchi ha scritto che “noi siamo la città di Loris Malaguzzi, non potevamo, per le misure anti-Covid limitarci all’ordinario”.

Eboli e Casali così “invitano la stampa a fare un giro, come abbiamo fatto noi, davanti alla sede di Reggio Children, fiore all’occhiello della pedagogia internazionale, in base alla vulgata del Comune. Proprio lì le strisce bianche sono molto rovinate, così come, di fronte, Piazzale Europa, è luogo di spaccio. È il caso di dire al Sindaco che dietro il trucco della propaganda il nulla. Come nelle sedute spiritiche – concludono – rivolgiamo un appello a Vecchi: se ci sei batti un colpo”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.