La benedizione del Papa al Cammino di Rolando 2020 , primo pellegrinaggio mondiale nel nome della Laudato sì

13/9/2020 – Papa Francesco ha inviato la sua benedizione al pellegrinaggio “Sulla Strada di Rolando” promosso dalla Diocesi di Reggio Emilia e in corso da questa mattina da San Valentino di Castellarano (il paese del beato Rolando Rivi) dove nel piccolo santuario sono conservate le reliquie del martire bambino, sino a Marola dove nella chiesa di Santa Maria è costudita la maglia del martirio.

Nell’aprile 1945 il seminarista di 14 anni Rolando Rivi fu rapito, seviziato e dopo tre giorni ucciso da killer partigiani comunisti nel bosco di Monchio. Papa Francesco lo ha proclamato Beato nel 2013 col riconoscimento il martirio “in odium fidei”. E’ anche la prima vittima della guerra civile italiana elevata agli onori degli altari.

Il Cammino di Rolando 2020 è il primo percorso naturalistico al mondo caratterizzato dall’enciclica Laudato sì sulla salvaguardia dell’ambiente e del Creato. Lungo i sentieri numerosi cartelli ripropongono “le parole più significative dell’Enciclica di Papa Francesco”.
L’iniziativa è promossa dalla Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla, dal Comitato Amici di Rolando Rivi e dagli Escursionisti del Gers.

Nella messa celebrata alle ore 8.15 in San Valentino, il vescovo Massimo Camisasca ha dato lettura del messaggio inviato dal cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin a nome del Papa.
Sul canale YouTube del Comitato Amici di Rolando Rivi si può vedere il video della messa celebrat dal vescovo Camisasca, con il messaggio speciale ai giovani.

Di seguito il testo della lettera di Parolin al vescovo di Reggio, con la benedizione apostolica.

Il cammino di Rolando dell’ scorso anno

In occasione del Cammino di Rolando 2020, pellegrinaggio diocesano dalla Pieve di San Valentino a Marola, sulle orme del  Beato Rolando Rivi, accompagnati da alcune parole tratte dall’Enciclica Laudato si’, il Sommo Pontefice rivolge a ciascuno il suo cordiale saluto, assicurando la sua spirituale vicinanza.

Egli auspica che il Cammino rinnovi in tutti, in modo speciale nei giovani, un più vivo desiderio di sequela a Cristo sull’esempio del Beato Rolando che non esitò ad offrire a Lui, anche nel martirio, la propria vita.

La bellezza del creato e di ciò che vi circonda aiuti ciascuno a scorgere in esso la radice profonda di ogni realtà, la ragione del suo esistere e la bontà del suo destino.

Questo nostro tempo ferito attende il fiorire di un’ecologia autentica, che esalta il valore della persona e la sua responsabilità nella cura del creato: si richiede una preoccupazione per l’ambiente unita al sincero amore per gli esseri umani (Laudato si’, 91).

Papa Francesco, mentre invoca abbondanti grazie celesti su quanti partecipano a tale significativa esperienza, augurando in modo speciale ai giovani un nuovo fecondo anno di studi, di cuore imparte a Vostra Eccellenza, agli organizzatori e a tutti i presenti, per intercessione della Vergine Maria e del Beato Rolando, l’implorata Benedizione Apostolica, quale pegno di ogni desiderato bene.

dal Vaticano, 13 settembre 2020 Cardinale Pietro Parolin
Segretario di Stato di Sua Santità

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *