Inchiesta appalti: troppi indagati, per la Lega è un “sistema”
Delmonte e Catellani: “Necessariamente coinvolto il livello politico”

18/9/2020 – Anche se oggi si parla “solo di accuse e non di condanne”, i consiglieri regionali reggiani della Lega Gabriele Delmonte e Maura Catellani affondano il colpo sul Comune di Reggio Emilia, al centro di una inchiesta della Procura su appalti pilotati i, in cui sono coinvolte 26 persone, quasi tutte dirigenti o funzionari dell’Ente, di cui sette ancora in servizio, . “Il numero tanto elevato di dirigenti ed impiegati coinvolti esclude di per se’ l’ipotesi del caso sporadico ma denoterebbe un fenomeno sistemico” commentano Delmonte e Catellani, ricordando anche il secondo filone di indagini (ancora pendente) avviato a febbraio dell’anno scorso sull’assegnazione degli incarichi dirigenziali senza bando (con altri 18 indagati).

Maura Catellani e Gabriele Delmonte

Vicenda che per gli esponenti del Carroccio “coinvolge necessariamente la responsabilità politica”. Dunque, “se il percorso giudiziario confermerà le accuse, ci si dovrà chiedere: delle due l’una, o la politica è ostaggio dei tecnici o la politica ne è direttorio”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.