Evade dai domiciliari: arrestata a Reggio donna di 39 anni Traffico di cocaina da Scampia

Ai domiciliari per stupefacenti e e sebza alkcuna autorizzazione, è uscita di casa: è incappata nei controlli domiciliari dei carabinieri della compagnia di Reggio Emilia, che dopo un’oradi attesa sotto casa, quando è rientrata l’hanno arrestata e condotta in carcere. Si tratta di Maddalena Santoro, 39 anni, originaria di Foggia, residente a Parma ma di fatto domiciliata presso un’amica a Reggio Emilia, dove scontava i domiciliari per stupefacenti. Domattina comparirà davanti al giudice di Reggio Emilia.

La donna era finita in manette l’11 giugno scorso nell’ambito dell’indagine denominata “Fast Car” condotta dai carabinieri reggiani nei confronti di 17 persone appartenenti a una banda dispacciatori e trafficanti di droga. alcuni di loro sono accusati anche di  detenzione illegale di armi da fuoco.

L’operazione Fast Car rivelò che il canale di rifornimento della cocaina era quello campano e lo stupefacente immesso sul mercato reggiano era proveniente dal quartiere Scampia. Il giro di affari stimato era di circa 10 mila Euro al giorno.

Maddalena Santoro è stata arrestata ieri pomeriggio, dopo che intorno alle 13.30 un equipaggio della sezione radiomobile aveva inutilmente suonato a casa dell’amica, dove la donna era i domiciliari col divieto di uscire e nè di comunicare con alcuno, salvo se autorizzata. La padrona di casa, rintracciata mentre era a pranzo con un amico, ha detto che probabilmente la sua ospite dormiva e non aveva sentito. Ma quantoè arrivata e ha aperto la porta dell’appartamento, i carabinieri, in casa la detenuta non c’era.

Dopo un’attesa di circa un’ora, la donna è arrivata, e per lei è subito scattato l’arresto per evasione.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.