E’ morto Franco Maria Ricci , editore unico al mondo
Il labirinto della Masone la sua ultima creatura

10/9/2020 – Una grande perdita per la cultura italiana. E’ morto oggi per un infarto Franco Maria Ricci, editporefrai piùimportanti del Novenceto europeo, graphic designer, collezionista e inteellettuale raffinato.

A lui si deve il labirinto di bambù della Masone, il più grande del mondo, rappresentazione di un percorso iniziatico e spirituale senza eguali. Se n’è andato a 82 anni nella sua casa di Fontanellato, proprio ai margini della sua ultima neravigliosa creatura.

Franco Maria Ricci nel Labirinto della Masone

Franco Maria Ricci era diventato famoso la rivista d’arte FMR, pubblicata dal 1982 al 2004: una “perla nera” ,come la definì Fellini, tuttora insuperata a livello mondiale per eleganza, perfezione stilistica e di stampa, con testi e riproduzioni memorabili. Così come sono rimaste insuperate per contenuti, stampa e rara raffinatezza le edizioni speciali che hanno ospitato immortali della letteratura e dell’arte, da Borges a Ertè.

 I funerali saranno celebrati nella cattedrale di Parma, città dove era nato nel 1937 e alla quale era rimasto sempre legatissimo, lunedì 14 settembre alle 14.30.

«La scomparsa di Franco Maria Ricci — ha commentato il ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini — è un grande dolore. Con lui viene a mancare un intellettuale di straordinaria sensibilità e intelligenza, un editore colto e raffinato, un uomo che ha sempre operato per divulgare la conoscenza del nostro patrimonio culturale».

“Perdiamo una persona di grande spessore – così il presidente della Regione Stefano Bonaccini ricorda Franco Maria Ricci – Nella sua vita, in ogni pensiero e iniziativa ha fatto cultura, dall’editoria al design. FMR, per molti la rivista d’arte più bella al mondo, e il Labirinto della Masone a Fontanellato, nel parmense, parlano da sole dell’eleganza e del fascino delle sue idee e modo di essere. Il pensiero va ai familiari, al quale esprimo vicinanza e le più sentite condoglianze anche a nome della Giunta e dell’intera comunità regionale”.


Condividi

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Rispondi

    11/09/2020 alle 15:44

    La cronaca e’ impietosa. Avrei voluto andare a conoscerlo. Come tutti i desideri lasciati nel cassetto. anche questo era uno dei tanti. Vidi il labirinto. Una costruzione imponente come la Sua collezione. Grazie, l’arte ringrazia. Magari divulgare prima della fine terrena….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *