Cinque lavoratori in nero su cinque: bar chiuso dai carabinieri, con stangata da 17 mila euro

20/9/2020 – Cinque lavoratori in nero su cinque: quasi un record per un bar della Val d’Enza che ha ricevuto la visita del Nas-Nucleo anti sofisticazioni dei Carabinieri e dei colleghi in forza al Nucleo Ispettorato del lavoro di Reggio Emilia. L’esercizio è stato chiuso, con una maximulta di 17 mila euro

Nel corso dell’ispezione i militari hanno contestato al titolar la mancanza del manuale di autocontrollo redatto secondo i principi del sistema H.A.A.C.P. , nonchè  la carenza di condizioni igienico sanitarie “dovute alla presenza di ragnatele e sporco pregresso nei locali adibiti alla preparazione degli alimenti”. Soprattutto i carabinieri dell’ispettorato del Lavoro  hanno accertato che nel bar veniva impiegato in nero il 100% della forza lavoro. All’atto dei controlli riscontravano “l’impiego in nero di 5 lavoratori su 5 impiegati, il totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro”. L’attività verrà sospesa fino alla regolarizzazione del rapporto di lavoro con i dipendenti che lavoravano in nero mentre al legale rappresentante i carabinieri hanno contestato sanzioni per un importo complessivo di 17 mila euro.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.