Sciolto per mafia il Comune di Cutro

8/8/2020 – Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di Cutro e di Sant’Eufemia d’Aspromonte “in esito ad approfonditi accertamenti dai quali sono emerse forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata che espongono le amministrazioni a pressanti condizionamenti e ne compromettono il buon andamento”.
    La decisione relativa ai due comuni calabresi è stata adottata a norma dell’articolo 143 del Testo unico degli enti locali (decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267) e la gestione dei due enti è stata affidata a commissioni straordinarie che saranno nominate rispettivamente dai prefetti di Crotone e di Reggio Calabria.
    Il consiglio comunale di Cutro era stato sospeso lo scorso 3 luglio dopo le dimissioni divenute irrevocabili del sindaco Salvatore Divuono, eletto nel giugno 2016 alla guida di una lista civica.

L’ex sindaco di Cutro Salvatore Divuono: si è dimesso in giugno


    Lo scioglimento del consiglio comunale di Sant’Eufemia d’Aspromonte fa seguito all’operazione Eyphemos che ha portato all’esecuzione di 65 ordinanze di custodia cautelare, di cui 53 in carcere e 12 agli arresti domiciliari. Nell’inchiesta venne posto ai domiciliari anche il sindaco Domenico Creazzo, eletto da poco consigliere regionale.

I rapporti tra Cutro e Reggio Emilia sono talmente stretti che si può parlare di gemellaggio di fatto. E la mafia ionica era arrivata a condizionare pesantemente l’economia, la politica e l’amministrazione della città del Tricolore e dei comuni della Bassa. I cutresi costituiscono la comunità immigrata di gran lunga più numerosa della provincia. E gli imprenditori della città degli scacchi hanno dettato legge nell’edilizia, nelle escavazioni, nell’autotrasporto sino all’esplosione dell’inchiesta Aemilia che decapitato il ramo autonomo reggiano della cosca Grande Aracri di Cutro, al processo concluso in primo grado con 1.300 anni di reclusione, e allo scioglimento del comune di Brescello per infiltrazioni mafiose.

Gli ex sindaci di Reggio e di Cutro, Graziano Delrio e Salvatore Migale, all’inaugurazione del viale Città di Cutro

Condividi

Una risposta a 1

  1. Metereologo Rispondi

    08/08/2020 alle 19:56

    A Reggio si prevedono nuovi arrivi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *