Piazza Roversi, disastro verde
Portano via anche il secondo tasso ammazzato dalla ristrutturazione

24/8/2020 – Il Comune di Reggio Emilia annuncia con malcelato imbarazzo le esequie del secondo albero di tasso morto in piazza Roversi a seguito dei contestatissimi lavori di ristrutturazione della piazza, trasformata in un’algida quanto efficiente tritagomme da auto.

Piazza Prampolini comunica con poche righe che domani, 25 agosto, “si procederà alla rimozione del tasso di piazza Roversi che si era seccato negli ultimi mesi”. Il secondo, appunto, dei tre tassi sottoposti a uno stress dissennato con sradicamento e spostamento di uno degli alberi (il primo a morire), operazione che ha portato all’agonia e al decesso annunciato anche di una seconda pianta privata brutalmente del proprio gemello. Gli artefici di tanto trionfo botanico, peraltro inutilmente denunciato, evidentemente non hanno mai sentito parlare di “internet vegetale“, ossia dell’incredibile, meraviglioso e non riproducibile reticolo di filamenti che collega non solo le radici di alberi e creature vegetali fra loro prossime, ma intere foreste lontane anche centinaia di chilometri con lo scambio incessante di informazioni, aiuti reciproci e fors’anche sentimenti.

Il secondo tasso morto in piazza Roversi

Oggi dunque le esequie, il trasporto e la cremazione del povero secondo tasso di piazza Gioberti ammazzato dall’uomo. “Entro la metà di settembre – avverte premurosamente il Comune – sarà sostituito con un nuovo esemplare adulto della stessa specie di altezza 2,5 metri.

In attesa della nuova piantumazione, la terra dell’aiuola verrà cambiata in modo da eliminare la eventuale presenza di funghi o muffe”.

Una prece per il defunto, ma anche preghiere perché si risveglino le teste assopite.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Piazza Roversi, disastro verde
Portano via anche il secondo tasso ammazzato dalla ristrutturazione

  1. giobbe Rispondi

    24/08/2020 alle 21:20

    Bisogna isolare l’arch. Magnani, altrimenti Reggio diventerà un blocco di cemento, per di più rumoroso.

  2. Anna Rispondi

    25/08/2020 alle 14:18

    Che dice la Bonvicini Ass. all’ ambiente ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.