Movida: nel fine settimana controllate mille persone e 150 esercizi commerciali
Impegnati più di 300 operatori delle forze di polizia
Appello del prefetto: “Tenere alta l’attenzione, il virus non è sconfitto”

Sono più di 300 gli uomini delle forze di polizia che nel fine settimana hanno garantito a Reggio Emilia, in tutte le zone della movida in città, il rispetto delle misure anti Covid, in particolare il distanziamento interpersonale di sicurezza, alla luce delle misure varate dall’ordinanza del Ministro della Salute il 16 agosto scorso.

In una nota la Prefettura sottolinea come “l’attenzione delle Forze di Polizia e delle Polizie Locali continui ad esprimersi al massimo della possibilità delle risorse disponibili, con la programmazione di servizi di vigilanza tesi anche a garantire che dalle 18 alle 6 del mattino venga rispettato l’obbligo di mascherina laddove non si possa garantire la distanza di un metro”.

“Il rigoroso dispositivo definito alla luce della chiusura delle discoteche, che sta riportando i giovani nelle piazze dove è molto facile ricreare condizioni di assembramento, ha portato al controllo di circa 1000 persone e di circa 150 esercizi commerciali .

Gli uomini della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e gli Agenti della Polizia Municipale hanno vigilato sul rispetto delle prescrizioni, sensibilizzando i giovani al rispetto delle distanze e all’uso della mascherina”.

In generale “non sono state riscontrate problematiche di ordine pubblico nelle zone di maggiore aggregazione e nelle fasce orarie notturne, nonostante la rilevante presenza di giovani. Le sanzioni sono scattate solo in alcuni casi di “resistenza” alle prescrizioni”.

Nei giorni scorsi il prefetto Iolanda Rolli “ha chiamato a concorrere anche le Polizie Locali coordinate dai Sindaci che, ben conoscendo il territorio di riferimento, possono indirizzare gli interventi verso i luoghi ritenuti maggiormente critici”.

Il Prefetto “ritiene utile rivolgere, ancora una volta, un appello al senso di responsabilità che i cittadini della provincia hanno finora dimostrato di avere, richiamando l’attenzione sulla necessità di adottare comportamenti prudenti e continuare ad osservare scrupolosamente tutte le note misure precauzionali.

Il virus non è ancora stato sconfitto e dobbiamo tenere alta l’attenzione. I controlli e le verifiche proseguiranno senza sosta per garantire il rispetto delle regole poste a tutela della sicurezza collettiva”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.