Emilia-Romagna: scatta il tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia e Malta
Appello di Bonaccini: “Denunciate imbecilli e irresponsabili”

In Emilia-Romagna da da domani scatta a l’obbligo del tampone Covid per chi rientra dalle vacanze da Spagna, Grecia e Malta,: ci si dovrà segnalare immediatamente ai Dipartimenti di Sanità Pubblica delle rispettive Ausl di residenza, e il tampone andrà fatto entro le 24 ore dal rientro. Se l’esito sarà negativo, non scatteranno provvedimenti di quarantena. Lo prevede un’ordinanza che sarà firmata domani dal presidente della Giunta regionale, Stefano Bonaccini.
    La stessa ordinanza conterrà anche un protocollo relativo alle badanti. Sarà – ha anticipato l’assessore alla Salute Raffaele Donini – Un protocollo condiviso con i sindacati e relativo al percorso di presa in carico delle assistenti famigliari, provenienti dall’estero, che rientrano al lavoro sul territorio nazionale” .

Alla luce dell’incremento di casi positivi al coronavirus tra le fasce più giovani della popolazione “bisogna dire, soprattutto ai ragazzi, di non pensare di essere immuni e che non possano essere contagiati e soprattutto contagiare“. Lo ha affermato durante la trasmissione Agorà su Rai 3 il governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini secondo cui occorrono “comportamenti responsabili e denunciare quando chiunque vede comportamenti irresponsabili“.
    D’altronde, ha argomentato, “non vorrei trovarmi nella condizione, che a causa di veri propri imbecilli o irresponsabili si debba richiudere quello che abbiamo riaperto con tanti sacrifici richiesti ai cittadini. In questo momento – ha osservato Bonaccini – il 96-97% delle attività economiche in questa regione è aperto e la Riviera Romagnola è piena di turisti perché l’organizzazione che hanno i nostri operatori è una tra le prime al mondo per efficienza e qualità”.
    A giudizio del presidente emiliano-romagnolo, ancora, “arriverà il momento in cui con il vaccino saremo tutti tranquilli e sicuri ma in questo momento per quanto le cose vadano molto meglio, i reparti di terapia intensiva si siano svuotati, i ricoveri gravi non ci siano praticamente più” occorre rimanere “attenti perché il virus circola ancora. Quindi -ha concluso – comportamenti responsabili e denunciare quando chiunque vede comportamenti irresponsabili” .

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.