Delrio, Migale, Reggio e Cutro
Appunti per non dimenticare

DI SABRINA PIGNEDOLI*

Sabrina Pignedoli

9/8/2020 – Il Consiglio dei ministri ha sciolto per rischio di condizionamento mafioso i Consigli comunali di Cutro (Crotone) e di Sant’Eufemia d’Aspromonte (Reggio Calabria).

A Cutro a gennaio, era scattato il blitz dell’operazione Thomas della Dda di Catanzaro. Nelle carte dell’inchiesta c’è un capitolo su “l’inquinamento mafioso del comune di Cutro”, dove si dice che “da quando emerge dai numerosi atti di indagine, quantomeno fino a quella data (2015) vi è stato un forte condizionamento mafioso dell’azione amministrativa dell’ente”.

Gli inquirenti hanno concentrato le loro attenzioni in particolare su lavori e opere pubbliche fino al 2015, quando il sindaco di Cutro era Salvatore Migale.

A Sant’Eufemia, lo scorso febbraio sono stati arrestati sindaco e vicesindaco, nell’ambito dell’operazione Eyphemos che ha portato a un totale di 65 arresti. Decisioni annunciate quindi, ma lo stesso altamente simboliche.

A Sant’Eufemia domina la cosca Alvaro, mentre a Cutro domina da decenni la ‘ndrina Grande Aracri, con estensioni all’estero e in Nord Italia, con epicentro a Reggio Emilia, come ha accertato il processo Aemilia.

L’inaugurazione del viale Città di Cutro a Reggio Emilia, nel 2009 a sinistra gli ex sindaci di Reggio Graziano Delrio e di Cutro Salvatore Migale

Proprio con il comune di Cutro, l’ex sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio aveva detto che era stato stretto un ‘gemellaggio’, tanto che la strada all’ingresso della cittadina emiliana si chiama “viale città di Cutro” inaugurata, proprio con la presenza del sindaco cutrese Migale subito dopo le elezioni amministrative del 2009, stesso anno in cui Delrio (prima del voto) partecipa, come altri candidati emiliani, alla processione del Santissimo Crocifisso di Cutro. Per non dimenticare.

*deputata M5S al Parlamento Europeo

Delrio e Migale con sindaci e personalità del Crotonese sotto il Crocefisso di Cutro, 2009

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *