Cosca Grande Aracri in Veneto Processo Camaleonte, conclusa requisitoria per 33 imputati del rito abbreviato

31/8/2020 – Si avvia verso un primo punto fermo il
processo veneto contro la ‘ndrangheta “Camaleonte“, che vede in
primo grado alla sbarra 54 esponenti del clan Grande Aracri di
Cutro
, accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso
finalizzata alla falsa fatturazione e al riciclaggio.

Il pubblico ministero della Dda di Venezia Paola Tonini, ha concluso
oggi la requisitoria contro i 33 imputati che hanno scelto il
rito abbreviato
, ribadendo l’impianto accusatorio emerso nella
fase delle indagini preliminari. Per le altre 21 persone rinviate
a giudizio, che hanno scelto il rito ordinario, il processo sara’
celebrato a Padova.

L’inchiesta Camaleonte, considerata la naturale prosecuzione
della maxi operazione Aemilia che ha smantellato l’organizzazione
dei Grande Aracri in Emilia-Romagna, è scoppiata a marzo del
2019, portando alla luce una sistematica linea vessatoria degli affiliati del clan ai danni di aziende venete bisognose di liquidità, che venivano poi
“fagocitate” e utilizzate per riciclare i proventi illeciti di
attività criminali.

In quell’occasione la Procura antimafia
aveva sequestrato beni per 20 milioni ed eseguito perquisizioni
nelle province di Treviso, Vicenza, Padova, Belluno, Rovigo,
Reggio Emilia, Parma, Milano e Crotone. Le richieste di pena del
rito abbreviato sono attese nella prossima udienza.

14:46 31-08-20

NNNN

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *