Castello di Salvaterra in rosso Paperino: no del comune di Casalgrande
Pederzoli: plauso al sindaco Daviddi

Un plauso all’amministrazione comunale di Casalgrande e al sindaco Daviddi “che si è mossa per tutelare il Castello di Salvaterra, patrimonio storico architettonico, dalla sua recente incongrua colorazione parziale di rosso”. Così il circolo di Fratelli d’Italia Zona Ceramiche che col suo presidente Fabio Pederzoli sottolinea come “il castello in questione, insieme con quello di Casalgrande Alto e con la torre superstite di quello di Dinazzano, sono il patrimonio storico architettonico del territorio casalgrandese e vanno tutelati, in quanto per l’appunto lascito dei secoli passati”. 

I lavori di restauro esterno, con una tinteggiatura choc, hanno trasformato l’austera facciata del castello in una “casa di Paperino“, degna appunto di un cartone animato disneyano.

Il castello di Salvaterra in rosso Paperino

Fratelli d’Italia “auspica che tale increscioso evento accaduto a Salvaterra, sia occasione per la stessa Amministrazione di valutare e di mettere a concerto le strutture storiche in questione, in collaborazione e sinergia con i proprietari, per quanto concerne le parti private. In ottica anche dell’auspicabile circuito turistico, tutto da costituire e da promuovere per i castelli del territorio di quello che fu il Ducato di Modena, Reggio, Massa e Principato di Carrara“. 

Il castello di Salvaterra prima del”restauro”
Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. GIOVANNI Rispondi

    22/05/2021 alle 20:28

    La Soprintendenza ? Ma con quale testa i proprietari hanno pensato di violentare in questo modo un castello così antico e prestigioso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.