Addio a Benito Gianni Corradini , imprenditore reggiano dell’abbigliamento, spirato a 87 anni
Aveva fondato le Confezioni Lisa
Camera ardente al S. Anna, funerali lunedì alla Sacra Famiglia della Roncina

14/8/2020 – E’ spirato oggi, 14 agosto, all’età di 87 anni Benito Corradini, per tutti Gianni, imprenditore e commerciante nel settore dell’abbigliamento, fondatore della Ditta Confezioni Lisa.

Era il suocero dell’ex Vice Sindaco di Reggio Emilia Matteo Sassi, a cui era legato da un rapporto di profondo affetto, stima e condivisione di valori e idee.

Gianni Corradini

Gianni Corradini si è spento, dopo una breve ed improvvisa malattia, circondato dall’affetto e dalle cure della sua famiglia, nella casa di Marola dove amava trascorrere l’estate, passeggiando nei boschi con gli amici di sempre.

Lascia la moglie Paola e i figli Annalisa, Cristina e Alessandro, i generi Matteo e Massimiliano, gli adorati nipoti Lorenzo, Jacopo e Nicolò.

Tredicesimo dei 15 figli di Anna Corradini, cui è stata eretta una stele a memoria per il Giubileo 2000 per l’amore materno profuso nella sua grande famiglia, era cresciuto nel quartiere popolare del Foscato, dove lunedì tornerà per l’ultimo saluto.

Persona di grande onestà e generosità, Gianni amava la musica, la letteratura e l’arte. Ha dedicato tutta la sua vita al lavoro e alla famiglia, che lo ha sempre amato e per cui era una guida insostituibile.

Era fratello dell’imprenditore della Sonavox ed ex consigliere comunale Achille Corradini, oggi impegnato nel sostegno all’ospedale e alle istituzioni culturali di Reggio.

La camera mortuaria è allestita nell’ospedale di Castelnovo Monti e i funerali si terranno lunedì 17 agosto alle ore 16 nella Chiesa di Roncina, celebrati dal parroco emerito don Ennio Munari, decano dei sacerdoti reggiani.

La famiglia desidera ringraziare tutti i medici e gli infermieri che lo hanno assistito e curato con grande dedizione e competenza, in particolare il Dott. Marco Santi ed il Dott. Filippo Pisi, le infermiere Gloria Ruozi e Letizia Lorenzi.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *