“Questa Europa è una truffa”
A Reggio è nato il circolo di Vox Italia, guru Diego Fusaro
Giuseppe Corradini presidente: “Siamo noi i veri sovranisti”

10/7/2020 – Si è costituito anche a Reggio Emilia un circolo di Vox Italia, il movimento sovranista fondato da Francesco Toscano (che dirige VoxitaliaTv su Youtube) e che ha come punto di riferimento ideologico il filosofo Diego Fusaro.

Vox Italia va strutturandosi rapidamente come partito su tutto il territorio nazionale, anche se non è classificabile secondo i criteri correnti di destra, di centro e di sinistra. Forse per questo, forse perchè prova a dare una risposta, condivisibile o meno, alla dilagante insofferenza verso l’Unione Europea e le sue strutture, Vox Italia appare in crescita accelerata.

Il presidente del circolo di Reggio Emilia è Giuseppe Corradini, insegnante di scienze naturali a Correggio, di ceppo socialista (prima ancora nel Pci e responsabile di Legambiente) e segretario provinciale del Nuovo Psi prima di un lungo allontanamento dalla politica attiva. La vice segretaria è l’educatrice Monica Notari. Manuel Caffarri di Quattro Castella è nella segreteria, e Federica Francesconi, anche lei insegnante, è nel direttivo. Il circolo si è costituito appena prima del lockdown e ora, dopo i mesi del blocco, sta mettendo mano al suo primo programma politico locale.

Giuseppe Corradini

“Siamo noi di Vox Italia l’unica vera forza sovranista – spiega Coorradini a Reggio Report – perchè tutte le altre che si dichiarano tali in realtà non lo sono: nessuna, tranne noi, vuole archiviare questa sciagurata esperienza dell’Europa dei banchieri. La UE ha tradito gli ideali europeisti in quanto istituzione tecnocratica ritagliata ad uso e consumo degli interessi della finanza speculativa internazionale. La Banca Centrale Europea non è dei popoli europei, ma è proprietà dei potentati economici planetari, il cui unico interesse è avere il controllo del giocattolino che emette moneta, con lo scopo di mantenere stabile il valore dell’euro. La conseguenza di tutto ciò è il continuo e crescente indebitamento degli Stati, sempre più deboli e ricattati, costretti ad utilizzare una valuta straniera, l’euro, come succede ai paesi africani dell’area del franco CFA. Utilizzare l’euro, una moneta a debito, significa per uno Stato come l’Italia, essere costretto ad acquisirlo in cambio di emissioni di titoli di debito.

La home page di VoxItalia Tv su Youtube

Pollice verso, per Vox Italia anche nei confronti della Ue. Corradini, nel solco di Fusaro, è drastico: “Una istituzione non democratica. Basti pensare che il Parlamento europeo esiste solo come assemblea di facciata, in realtà senza poteri: non può legiferare, non può sfiduciare la Commissione europea. I cittadini sono stati ingannati e indotti a pensare che le istituzioni UE siamo un po’ la replica di quelle nazionali, ma non è così, è una grande truffa. E tutte quelle sovrastrutture che vengono introdotte, si pensi al MES, sono antidemocratiche, assolutiste, addirittura dotate di scudo penale”.

Insomma con l’adesione ai trattati europei “li italiani sono stati ingannati, in buona fede hanno creduto alla fratellanza dei popoli europei, invece le classi dirigenti continentali stavano costruendo una gabbia contro i popoli. I trattati sono congegnati in modo da essere irreversibili, ma limitano le possibilità di sviluppo economico, aumentano la povertà e la disoccupazione, questo solo allo scopo di mantenere stabile il prezzo della moneta euro”.

Diego Fusaro

Ma alla fine Vox Italia è di destra o di sinistra? “Noi riteniamo superati i concetti di destra e di sinistra, soprattutto per come sono declinati nel nostro paese – afferma il presidente del Circolo – Vox Italia sta dalla parte degli umili, degli sfruttati, dei cittadini. Lo sfruttamento non è più tanto quello del padrone delle ferriere nei confronti degli operai, ma quello dello sfruttamento dei popoli di tutto il mondo da parte dei padroni della finanza, uno sfruttamento del tutto parassitario, disumano, che si avvale della tecnologia, del controllo dell’informazione, della soppressione delle istituzioni democratiche, o perlomeno del loro depotenziamento. Per il neoliberismo è fondamentale indebolire gli Stati con il ricatto del debito pubblico, cioè vogliono rendere subalterne le strutture democratiche per imporre il potere della finanza. Questa è una vera dittatura che, nel nostro caso italiano, fa carta straccia della nostra Costituzione, delle nostre conquiste sociali, democratiche, produttive. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: quante fabbriche sono state chiuse? Quanti posti di lavoro sono stati persi? dobbiamo riprenderci la nostra vita, il nostro Bel Paese, la nostra carta costituzionale”

Condividi

4 risposte a “Questa Europa è una truffa”
A Reggio è nato il circolo di Vox Italia, guru Diego Fusaro
Giuseppe Corradini presidente: “Siamo noi i veri sovranisti”

  1. Francesco Rispondi

    10/07/2020 alle 13:23

    Speriamo che questa scintillla, insieme ad altri movimenti per la sovranità radicale, possa condurre in tempi rapidi Reggio e l’Italia intera alla emancipazione dall’orripilante cachistocrazia luciferina che opprime l’umanità. È ora di rivendicare a gran voce la tutela dello stato sociale, della cultura dell’identità, della famiglia, del lavoro e della tradizione.Viva la Costituzione della Repubblica!

    • perplesso Rispondi

      11/07/2020 alle 13:00

      “orripilante cachistocrazia luciferina”

      Tarapìa tapiòco! Prematurata la supercazzola, o scherziamo?

      • Francesco Rispondi

        20/07/2020 alle 12:32

        Hai forse problemi di linguaggio (l’autorevolezza delle fonti qualifica la tua somma erudizione) oppure la tua programmatica’perplessita’” è piuttosto una forma di
        catatonia verbigerante?

  2. Loretta Rispondi

    10/07/2020 alle 22:27

    Sicuramente comunista. È diverso non chiamateli di destra o di sinistra . Vi prego la sinostra era Bettino Craxi. Quelli che fondano associazioni o partiti. Sono persone inutili spendono soldi per riceverne..

Rispondi a Loretta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *