Porte girevoli a Palazzo Magnani
La trasparenza ammazzata dal Covid
La Giunta Vecchi si è coperta di ridicolo

DI CINZIA RUBERTELLI*

 28/7/2020 – Non so se sia stato più grave apprendere dalla stampa del rinnovo del cda di Palazzo Magnani (effettuato in sordina a febbraio) o sapere che tale silenzio, a detta del Comune, è dovuto a una dimenticanza in periodo di emergenza Covid. Fatto è che la vicenda ha del grottesco. E ormai chiaro che il Comune di Reggio ha serie difficoltà a tradurre in pratica quel principio di trasparenza dettato dalla legge alle pubbliche amministrazioni. 

In periodo Covid, durante le commissioni ad hoc convocate a distanza, si è parlato di molti argomenti, anche delle ricadute che il lockdown avrebbe determinato sulle istituzioni culturali della città. A tal proposito avevo chiesto di aprire un focus specifico sui Teatri e su Palazzo Magnani nell’apposita commissione. Morale: la commissione non è mai stata convocata e nessuno ha fatto cenno al rinnovo delle cariche di Palazzo Magnani. Ora salta fuori che nulla è stato detto per via dell’emergenza Covid! 

Palazzo Magnani, loggia al primo piano

Di fronte a questa giustificazione partorita dal Municipio (che si è preso un giorno di tempo per pensarci sopra) verrebbe da ridere se la vicenda non fosse gravissima.

Non a caso, da tempo, noi di Alleanza Civica stiamo chiedendo d’inserire negli organismi delle partecipate un rappresentante dell’opposizione, a titolo gratuito, in funzione di controllo e trasparenza. I vertici di Palazzo Magnani – parliamo del soggetto strategico per la cultura a Reggio – sono stati rinnovati in assoluto silenzio e nelle segrete stanze.

Come sono stati selezionati i curricula? Quali competenze erano richieste? A quanto ammonta lo stipendio del nuovo direttore generale?

Sul piano politico è chiaro che Iren da main sponsor delle principali iniziative culturali della città sale sul ponte di comando del settore cultura a Reggio Emilia. E non vanno trascurati gli intrecci sempre più marcati tra Iren Rinnovabili, Stu Reggiane, Palazzo Magnani e Fondazione i Teatri.  

*Capogruppo Alleanza Civica Comune di Reggio

Be Sociable, Share!

3 risposte a Porte girevoli a Palazzo Magnani
La trasparenza ammazzata dal Covid
La Giunta Vecchi si è coperta di ridicolo

  1. gilberto Rispondi

    28/07/2020 alle 18:53

    Mi risulta che al tempo del dott.Baldi, quand’era consigliere con la sua lista civica, venne strappata dallo stesso una delibera che obbligava il sindaco a comunicare in consiglio i posti vacanti nelle partecipate. Non venne accolta invece la sua proposta che occorresse predisporre un concorso pubblico con relativo curriculum per i nuovi candidati.
    Non so se tale delibera è stata annullata successivamente, ma mi sembra sia
    tuttora in vigore.

  2. carlo baldi Rispondi

    28/07/2020 alle 18:56

    Grazie del ricordo. E’ vero ed esattamente in quei termini. Sindaco era l’on. Delrio

  3. Purché se Magna... Rispondi

    28/07/2020 alle 21:31

    Magna…che ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.