Omotransfobia, Catellani (Lega): “Sabato sarò in piazza Prampolini per rivendicare che i figli nascono da mamma e papà”

9/7/2020 – “Vogliamo restare liberi di dire che i figli nascono da mamma e papà, pertanto parteciperò anch’io “a titolo personale” a “#RESTIAMOLIBERI, In piazza per la libertà!” manifestazione apartitica che si svolgerà sabato 11 luglio alle ore 11 in Piazza Prampolini a Reggio Emilia per dire no al decreto di legge liberticida sull’omotransfobia che porta le firme degli onorevoli Zan-Scalfarotto-Boldrini. È giunto il momento di alzarsi in piedi per mostrare il proprio dissenso nei confronti di un disegno politico che vuole introdurre nell’ordinamento italiano un reato d’opinione che prevede la galera. Deriva pericolosa da fermare”. Così Maura Catellani, consigliere regionale della Lega ER, sulla manifestazione che avverrà a Reggio in concomitanza con altre 100 piazze italiane proprio mentre in Parlamento è in discussione un disegno di legge sull’omotransfobia proposto dal parlamentare e attivista Lgbt, Alessandro Zan. 

Maura Catellani, consigliere regionale della Lega

“Il punto – sottolinea Catellani – è che per esponenti del Partito Democratico, come Laura Boldrini, affermare che “la famiglia è formata da un uomo e da una donna” è una “discriminazione”. Sarò in piazza perché non rinunceremo mai alla libertà di pensiero, di espressione e di educare. Difenderemo la nostra libertà di poter dire che l’utero in affitto è una pratica abominevole di compravendita di bambini, che i figli nascono grazie ad una madre e un padre, che i bambini sono maschi e le bambine sono femmine, che non esiste genitore 1 e genitore 2, ma esistono mamma e papà. Nessuno può toglierci questo diritto”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.