La Reggiana in B avrà bisogno di quattrini: su chi potrà contare?

DI MARCO EBOLI

23/7/2020 – Dopo 21 anni la Reggiana torna in serie B. A molti non interesserà. Penso che invece sia un bell’evento. Spirito di comunità, gioia, condivisione, dovrebbero essere valori che ci accomunano, come italiani e reggiani, dalle questioni più importanti a quelle apparentemente minori, come una promozione calcistica.

Piuttosto penso già al dopo, quando l’entusiasmo sarà scemato. Allora ci sarà bisogno davvero di dare prova dei valori che ho citato all’inizio.

Ci sarà da costruire una squadra competitiva, bisognerà vedere se tornerà accessibile al pubblico lo stadio, e i conseguenti incassi (dipenderà dal corso della pandemia). Insomma ci sarà bisogno di quattrini, ed allora si vedrà chi sarà presente a sottoscrivere, per esempio una sorta di allargamento popolare della compagine sociale, se vi saranno nuovi imprenditori disposti ad investire nella Reggiana, cosa farà il Comune o la Provincia.

La squadra potrà sempre contare sui tifosi, ma quelli che montano sul carro dei vincitori ci saranno?

Personalmente farò la mia piccola parte, nelle forme consentite, come già fatto per il Duomo, la torre di San Prospero. Sempre silenziosamente, ma concretamente.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Mariella Rispondi

    23/07/2020 alle 19:59

    Complimenti a chi opera nel bene senza tanto pubblicizzare il suo operato

Rispondi a Mariella Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.