Hiv, sono 2.809 i sieropositivi nel reggiano
Sedici nuovi casi: quattro transessuali stranieri
Rapporto del direttore Giorgio Mazzi

2/7/2020 – Sono in totale 2.809 le persone sieropositive all’Hiv in provincia di Reggio Emilia. Di queste solo 16, di cui 7 uomini e una donna stranieri, sono i nuovi casi registrati nel primo semestre 2020.

Questi gli ultimi dati, al 30 giugno, sulla diffusione dell’infezione da Hiv in un rapporto del direttore del presidio ospedaliero Ausl, dottor Giorgio Mazzi.

Giorgio Mazzi

Dei 2.809 soggetti sieropositivi, 2.062 sono maschi e 747 femmine, di cui 179 stranieri. I tossicodipendenti sieropositivi sono 1.437, gli omo/bisex e transessuali 423, gli eterosessuali 857. Sono 63 i tossicodipendenti omosessuali, 3 i figli di madri con l’Hiv, un emofilico, 3 trasfusi (infettati da sacche di sangue infetto) e 22 i casi di “incerta classificazione”.

Significativi i risultati conseguiti dalla diagnosi precoce e dal contrasto allo sviluppo dell’infezione: sempre al 30 giugno, in provincia di Reggio Emilia risultano solo 3 casi di Aids conclamato, due uomini e una donna. Sempre nel semestre non si sono registrati decessi a causa dell’Aids.

Dei 16 nuovi casi di Hiv, 13 sono maschi (4 eterosessuali, 2 tossicodipendenti, 3 omosessuali e 4 transessuali) e tre femmine, di cui 2 eterosessuali. Dei 7 nuovi sieropositivi stranieri, quattro sono transessuali e 1 omosessuale.

Nel primo semestra no deceduti per patologie correlate Aids.

I nuovi casi di infezioni HIV nel primo semestre 2020 sono stati in totale 16 di cui 7 maschi stranieri (2 eterosessuali, 1 omosessuale, 4 transessuali) e 1 femmina straniera eterosessuale .

3 femmine (2 etero sessuali, 1 non noto)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *