Gruppo Coopservice, utile di 3,5 mln per un miliardo di fatturato
Post Covid, Olivi: “Situazione complessa, ma non preoccupante”

13/7/2020 – Fatturato a 969 milioni di euro, +3.9% sull’anno precedente, con utile mini di 3,5 milioni di euro rispetto a un giro d’affari che sfiora il miliardo, comunque in crescita del 52,2% sul 2018 (sul cui risultato hanno pesato accantonamenti e rettifiche di valore), e occupati a quota 22.374, (+0,7%). Sono i dati principali del bilancio del Gruppo Coopservice approvati dall’assemblea dei delegati dei 5.588 soci, riunita in remoto per rispetto delle norme sul distanziamento sociale.

Coopservice, che comprende la società Servizi Italia quotata in Borsa , è uno dei principali gruppi italiani nella fornitura di servizi integrati di facility management con attività in tutta Italia e tredici stabilimenti produttivi all’estero, dislocati in 10 Paesi. Il patrimonio di Gruppo ammonta a 129,4 milioni di euro, con un ebitda a 96,4 milioni in lievi flessione (-0,2%) rispetto al 2018.

Roberto Olivi

Mai come quest’anno è difficile presentare un bilancio in una realtà che è stata sconvolta dall’emergenza sanitaria – commenta il presidente di Coopservice, Roberto Olivi – I dati ancora una volta sono tutti positivi, e sono ono addirittura migliori delle previsioni, ma la pandemia ha cambiato lo scenario. Noi abbiamo reagito, incrementando i servizi essenziali che forniamo agli ospedali, alle imprese e alle comunità e siamo in grado di reggere il contraccolpo economico del lockdown.

Le nostre previsioni di impatto del Covid sul nostro business, ci delineano una situazione complessa ma non preoccupante. Anche perché le scelte di integrazione dei servizi fatte negli anni passati ci consentono di stare sul mercato con una proposta di valore unica”.

La capogruppo Coopservice ha chiuso il 2019 con ricavi a 594 milioni di euro, +18,3% sul 2018. L’importante incremento – si legge in una nota dell’azienda di via Rochdale – “è frutto della fusione per incorporazione delle società Gesta Spa, Electric System Srl e Adpersonam Srl e delle buone performance di tutte le linee di business. Il risultato netto è stato di 3,45 milioni di euro, più che raddoppiato rispetto all’anno precedente. I dipendenti di Coopservice, a fine 2019, erano 16.149 (+6,9%): in maggioranza donne e per oltre il 90% impiegati con un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

RISTORNO DI 800 MILA EURO AI 5 MILA 588 SOCI

L’assemblea ha approvato la proposta del Cda di un ristorno di 800 mila euro per i soci. La parte restante dell’utile di esercizio è stata destinata a riserva e, per una quota di 350 mila euro, a remunerazione del capitale sottoscritto e versato dai soci.

Coopservice è fatta di persone, non solo di numeri: sono loro la risorsa principale. Durante la pandemia è emersa con forza la nostra specificità cooperativa, abbiamo visto l’impegno e la responsabilità di tutti per non far mancare servizi essenziali, è questo il nostro vero valore aggiunto – conclude Olivi – Dobbiamo continuare su questa strada, puntando sull’innovazione, sulla sostenibilità e sulle persone. La capacità di attrarre talenti sarà determinante per superare la fase di difficoltà e cogliere le opportunità che ogni crisi, inevitabilmente, porta con sé”.

Le performance del gruppo Coopservice

Nel corso della pandemia, Coopservice ha contribuito alla sanificazione di oltre 100 ospedali e all’allestimento di reparti Covid; in quei mesi è stata potenziata l’attività di logistica sanitaria (oltre 60 milioni di farmaci movimentati ogni anno nei sei magazzini gestiti da Coopservice) e l’attività di vigilanza. Oltre il 90% del personale della sede centrale e delle sedi periferiche ha lavorato in smart working. Coopservice, inoltre, ha stipulato una polizza Covid per tutti i dipendenti, compresi gli OSS.

“Nel 2019 sono stati confermati i programmi di welfare aziendale, i piani di sanità integrativa a favore di soci, dipendenti e familiari. Sono stati rifinanziati il Fondo di Solidarietà e il progetto per la concessione di borse di studio ai figli dei soci. Nell’ambito delle proprie politiche di Diversity&Inclusion e di valorizzazione delle donne, la cooperativa ha concesso congedi parentali facoltativi a 264 dipendenti uomini, che si aggiungono ai congedi obbligatori richiesti da 148 papà, per un totale di oltre 38.000 mila ore lavorative“.

Lo scorso anno Coopservice ha investito in 42 progetti sull’innovazione (alcuni in collaborazione con importanti Università italiane e straniere), per un totale di 26.042 ore di lavoro dedicate alla ricerca e sviluppo.

Alle 4 assemblee territoriali che hanno preceduto l’assemblea generale, anche queste svolte da remoto, hanno partecipato direttamente 596 soci e 1007 soci per delega, per un totale di 1602 soci.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.