Alleanza 3.0: Cifiello nuovo presidente
I delegati approvano a larga maggioranza il bilancio in rosso di 163 mln

25/7/2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Coop Alleanza 3.0 riunito oggi ha nominato all’unanimità Mario Cifiello nuovo Presidente della Cooperativa. Cifiello, 69 anni, prende il testimone da Adriano Turrini, che si era dimesso nel corso dell’ultimo consiglio di amministrazione, così come si era dimesso il direttore Alemagna dopo due anni impegnati nell’avvio di un impegnativo piano di ristrutturazione e di rilancio. Una vera crisi al vertice, nel pieno di una transizione resa ancora più difficile dal disastro economico provocato dalla pandemia. In soli due esercizi, i bilanci di Alleanza 3.0 hanno evidenziato perdite per oltre 450 milioni di euro.

Mario Cifiello

La riunione del Cda si è appunto tenuta dopo l’Assemblea Generale dei delegati che ha approvato il bilancio a larghissima maggioranza, ma non all’unanimità: sono 35.986 i soci che hanno votato il bilancio della Cooperativa, con il 92% dei voti favorevoli. Nonostante le nuove modalità e le precauzioni dovute al momento delicato causa del Coronavirus, la partecipazione dei soci è cresciuta del 33% rispetto all’anno scorso.

Il Bilancio di esercizio 2019 si è chiuso con una perdita di 163 milioni di euro “sostanzialmente dimezzata” rispetto ai 289 dell’anno precedente (consolidato- 306 milioni), “un ritorno a un Ebitda adjusted (capacità di generare cassa prima di operazioni straordinarie) in positivo e – sottolinea una nota della cooperativa nata nel 2025 dalla fusione di Adriatica, Estense e Nord Est – “una chiara inversione dell’andamento della gestione caratteristica”.

Mario Cifiello, classe 1951, dal 1974 è impegnato nella cooperazione di consumo. Ha ricoperto nel tempo diversi incarichi di responsabilità, in Coop Emilia Veneto, Coop Adriatica e Coop Italia fino a diventare Presidente del consiglio di sorveglianza di Coop Reno dal 2014 al 2017 e dallo scorso anno consigliere di amministrazione di Coop Alleanza3.0.

Cifiello “guiderà dunque la Cooperativa in piena continuità per portare a termine le azioni del Piano di Rilancio”.

“Sono onorato che il Consiglio di Amministrazione abbia scelto di riporre in me tanta fiducia in un momento così cruciale per la Cooperativa e per l’intero Paese – ha dichiarato – Metterò a disposizione tutta la mia esperienza affinché i risultati raggiunti possano non solo essere confermati, ma anche migliorati seguendo le linee guida del Piano di rilancio. Ci aspetta una fase economica e sociale non semplice” ma “dobbiamo guardare al futuro con ottimismo e continuare a fare il nostro mestiere con occhio attento a quello spirito mutualistico che da sempre ci contraddistingue. Ringrazio di cuore Adriano Turrini perché ha saputo guidare Coop Alleanza 3.0 nel difficile percorso di fusione e ne ha impostato riassetto e di rilancio. Faremo tesoro di quanto ha costruito in questi anni, la sua dedizione e generosità saranno un esempio da seguire”.

Nella sua dichiarazione di commiato, Turrini ha dichiarato che “nell’esercizio 2019, il raggiungimento degli obiettivi che ci eravamo prefissati ha mostrato che la nostra Cooperativa ha imboccato la strada giusta per il rilancio e per la crescita. Sono certo che Mario Cifiello sia la persona giusta per proseguire in questa direzione e, insieme a Piermario Mocchi (il nuovo direttore generale che ha sostituito il dimissionario Alemagna, ndr.), gestire gli avanzamenti del Piano di Rilancio guardando con fiducia al futuro, un futuro che oggi poggia su basi più solide.

A lui, al C.d.A. al management, ai dipendenti e a tutti i soci rivolgo un saluto affettuoso e un sincero augurio: buona strada a tutti voi”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *