5 risposte a Come superare il caos Mediopadana
Un decalogo per il sindaco Vecchi

  1. giorgio Rispondi

    22/06/2020 alle 18:35

    Ottimi suggerimenti che si spera non cadano nel vuoto.Più modestamente vorrei segnalare la possibilità di sfruttare la banchina del sottopasso della ferrovia Reggio-Guastalla come accesso ciclabile alternativo lontano dal traffico veicolare.Ferrovia peraltro che se non viene messa realmente a servizio della stazione finisce al contrario per essere solo un intralcio penalizzante.Esattamente come per lo stadio .Ma se non si impara nemmeno dagli errori del passato non c’è da sperare troppo.
    Per il resto merito a lei che prova a tenere una luce accesa sull’argomento evidentemente assai scomodo per il potere locale.Faccio notare che Rfi su invito della ministra De Micheli ha già iniziato lo studio di fattibilità per una stazione alle fiere di Parma.Dovesse dare il via libera per la politica locale sarebbe uno smacco,ma dal PD tutto si accetta a Reggio…

    • Marcello Nizzoli Rispondi

      23/06/2020 alle 12:40

      Giorgio,
      Grazie per gli interessanti spunti, assolutamente condivisibili,
      Spero che i miei 10 punti scritti siano oggetto di discussione, all’interno del Comune, non pretendo certo che siano applicati tutti, alla lettera, ma che servano come stimolo, come critica positiva per cambiare le cose, per migliorarle, per dare servizi moderni ed aggiornati all’Area Vasta

  2. vanna Rispondi

    23/06/2020 alle 05:18

    Se così è significa che sotto sotto c’è un accordo tacito anche con la Regione . Per Reggio quindi è finita. Si è dormito tanto che il nostro treno di oggi è passato ieri. Bravi amministratori. Spero che si diano da fare per ricuperare il tempo perduto, altrimenti meritano una manifestazione ampia con la richiesta di dimissioni di tutti. E’ pazzesco!

    • Marcello Nizzoli Rispondi

      23/06/2020 alle 12:44

      Vanna,
      Grazie per l’attenzione,
      Non è mai troppo tardi per svegliare una sonnacchiosa città di provincia che si è trovata un’infrastruttura di mobilità di livello almeno continentale, Europeo, come la Stazione AV Mediopadana.
      Le cose si devono migliorare continuamente, con delle priorità e non si può pensare di considerare lo stato attuale ne definitivo ne accettabile,
      anche perchè Parma sta premendo forte.
      Grazie ancora

  3. Marcello Nizzoli Rispondi

    07/07/2020 alle 16:07

    Sono interessanti le proposte di miglioramento delle infrastrutture, soprattutto dei parcheggi, emerse ieri dal congresso all’AV Mediopadana, ma serve anche incrementare la mobilità sostenibile e l’informazione per chi arriva e parte da reggio Emilia

Rispondi a giorgio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.