Spaccia droga in zona stazione sotto gli occhi dei carabinieri: gambiano ferisce un militare ma viene arrestato

22/6/2020 – Un piccolo spacciatore gambiano di 27 anni, per giunta un po’ fessacchiotto, ieri sera ha cercato di vendere dosi di hascisc a un cliente senza accorgersi del passaggio di una pattuglia dei carabinieri su un’auto nei colori d’istituto. E’ accaduto alle 20 in in via don Alai, vale a dire in quella zona stazione, da anni vero mercato diffuso della droga a cielo aperto alimentato dalla “centrale” dell’ex Reggiane.

I carabinieri. subito intervenuti, hanno bloccato il cliente e successivamente il pusher che sel’è data a gambe: è stato raggiunto e bloccato all’interno di un supermercato. Si è ribellato ai militari, tanto che un operatore ha sbattuto contro uno scaffale ed è finito sanguinante al pronto soccorso per una ferita all’arcata sopraccigliare giudicata guaribile in quattro giorni.

Per questo il gambiano Baru Sane, a Reggio senza fissa dimora, è finito in manette non soltanto per spaccio e detenzione di stupefacenti, ma anche per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Nei pressi del supermercato i militari hanno rinvenuto tre dosi di marjuana per oltre sei 6 grammi mentre il cliente aveva 8 grammi di hascisc appena acquistati in via Don Alai.

supermercato riportando una ferita all’arcata sopraciliare riuscendo tuttavia, sebbene ferito, a bloccare lo straniero che veniva ammanettato. In sua disponibilità anche gli 80 euro appena ricevuti per lo spaccio avvenuto in via Don Alai e il cellulare contenente le prove dei contatti con il cliente a sua volta segnalato quale assuntore. Accertati i fatti e alla luce della flagranza di reato l’uomo veniva quindi arrestato con le accuse di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti nonché resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Questa mattina comparirà davanti al giudice del tribunale di Reggio Emilia per rispondere delle accuse a lui contestate.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.