Scoperto dalla polizia giro Italia-Vietnam di matrimoni di comodo

22/6/2020 – Differenze di età molto vistose, e matrimoni celebrati in Vietnam tra coniugi che non si erano mai visti prima. E naturalmente con le spose che non sapevano nemmeno una sillaba d’italiano .

Questi i dettagli che hanno fatto insospettire l’Ufficio Immigrazione della Questura di Reggio Emilia di fronte a una valanga di istanze di permesso di soggiorno di lungo periodo per ricongiungimento familiare.

Investita della questione la Squadra Mobile, con il coordinamento della Procura delle Repubblica, ha avviato una complessa attività di indagine che permesso di ricostruire una prassi illegale finalizzata alla celebrazione di matrimoni, naguralmente fittizi, da parte di cittadini vietnamiti con soggetti italiani.

Secondo quanto emerso dalle indagini scopo delle unioni truffaldine verteva unicamente al rilascio del permesso di soggiorno per motivi familiari.

Erano comunque matrimoni molto costosi: il grosso della cifra pagata dal partner vietnamita finiva nelle tasche della rete criminale che organizzava il tutto – si tratta di vietnamiti residenti in Italia – e solo una minima parte arrivava ai coniugi italiani.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.