Follia ideologica
Petizione on line per cancellare il San Michele che schiaccia il demonio: “Ricorda l’assassinio di George Floyd”
In pericolo l’effigie di Montefiorino

24/6/2020 – “La follia ideologica non ha limiti”. E’ notizia di oggi il lancio di una petizione on line per rimuovere l’immagine di San Michele che schiaccia il demonio perché ricorderebbe l’uccisione di George Floyd a Minneapolis. Lo denuncia il senatore della Lega Stefano Corti.

“Il tutto sarebbe banalmente ridicolo se questo delirio definito Black lives matter non avesse ripercussioni concrete, a partire dalla decapitazione della statua di Cristoforo Colombo in Usa o allo sfregio della statua dedicata a Indro Montanelli a Milano.
Con l’attacco alla effige di San Michele credo però si vada oltre l’assurdo. Ricordo agli analfabeti storici che chiedono tale rimozione – afferma il senatore Corti – che San Michele, patrono dei longobardi, per la religione cristiana rappresenta l’Angelo per antonomasia e una anticipazione di Gesù stesso nell’antico Testamento.

Il San Michele Arcangelo di Montefiorino

Il culto di questo Santo è radicato nel territorio e anche nelle nostre montagne. Una sua effigie è infatti scolpita nella rocca di Montefiorino, abitata dai monaci benedettini già dal XII secolo, prima di essere trasformata in tempi moderni in simbolo della Nostra Montagna e patrimonio da preservare.

Il castello di Montefiorino con l’effigie in marmo di San Micele

Ebbene, nella parte destra della facciata un rilievo raffigura appunto San Michele Arcangelo, al quale era dedicata la cappella del castello. Anche solo pensare di cancellare questa immagine rappresenta uno sfregio alla nostra identità e alla nostra storia’.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.