Droghe pesanti e mafia nigeriana
Altri due arresti
I multipusher irrompono sulla scena dello spaccio

20/6/2020 – Il mercato della droga a Reggio, sotto la spinta della mafia nigeriana che nell’area delle ex-Reggiane ha trovato il posto ideale per intanarsi e gestire i propri traffici, evolve verso la nuova figura del moltipusher, vale a dire lo spacciatore che tratta molteplici tipi di droga contemporaneamente, in un mercato che ogni giorno si arricchisce di nuovi canali di rifornimento e soprattutto di nuove sostanze, in certi casi nemmeno segnalate fra quelle proibite.

E infatti due multipusher nigeriani sono finiti nella rete della Squadra Mobile nel corso di un’operazione condotta tra mercoledì e giovedì sotto il coordinamento della Procura della Repubblica. Operazione figlia del monitoraggio continuo ordinato dal Questore Ferrari della zona della stazione storica: qui è avvenuto il fermo di un “cliente” che ha dichiarato, come se fosse la cosa più normale del mondo,che il suo fornitore tratta così tante varietà di stupefacente da essersi sbagliato, in una circostanza, consegnandoli una dose di eroina anzichè di cocaina.

Da qui l’arresto di due nigeriani “gravemente indiziati di traffico di sostanza stupefacente”. Uno di questi multipusher è Dennis Okoikhere, di 25 anni preso in flargranza di cessione il 7 e il 28 febbraio. Ma in entrambi i casi gli arresti sono stati differiti, d’intesa con la Procura della Repubblica e “secondo una consolidata prassi operativa” per poter risalire alla filiera dello spaccio.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.