Correggio, la banca trattiene per mesi l’eredità: ma è illegittimo
Soldi restituiti con tante scuse e rimborso spese

La banca tratteneva da mesi i soldi degli eredi, finché loro si sono rivolti a un avvocato dell’Adusbef- associazione di tutela dei clienti degli istituti finanziai – ottenendo subito quanto avevano reclamato a lungo invano: è successo a Correggio , dove la locale agenzia BPM (ex S. Geminiano e S. Prospero) aveva bloccato una somma appartenente a persona deceduta nel 2019, pretendendo che tutti gli eredi si recassero nella filiale per delle firme.
Spiega l’Adusbef: “Poiché ciò non è previsto da alcuna legge o codice, come sentenzia da 15 anni la Corte di Cassazione e come riconosciuto dall’Arbitro Bancario e Finanziario, i legittimi eredi avevano chiesto di avere il loro denaro senza ulteriori adempimenti”, ben consapevoli dei loro diritti e degli obblighi della banca.
“Ma a nulla era servito scrivere mail bonarie, poi raccomandate via PEC, e nemmeno rivolgersi all’ufficio reclami del BPM a Verona (è infatti l’ex-Banco Popolare di Verona, ndr.): l’istituto o non rispondeva affatto o citava una non meglio precisata « norma di processo della banca in materia di successioni»: cioè, tradotto, una prassi interna, non giustificata da disposizioni legislative.
Un’impiegata a metà marzo, cioè con l’Italia intera “chiusa per Covid“, aveva persino suggerito di andare da un notaio per rilasciare una procura a terzi che si recasse in agenzia a firmare.
A quel punto rimaneva solo la via giudiziaria, così gli eredi – che nel frattempo avevano chiuso il conto corrente aprendone uno altrove – si son rivolti all’avvocato Luca Scarpa di Modena, referente dell’Adusbef per le province di Modena e Reggio Emilia, che ha chiamato la banca in mediazione (passaggio obbligato prima di adire il giudice ordinario). Tanto è bastato a fare cambiare atteggiamento al BPM, il quale ha accordato agli eredi il bonifico richiesto inutilmente per mesi, purché loro rinunciassero a fare causa, e ha versato anche un simbolico rimborso spese.

Condividi

2 risposte a Correggio, la banca trattiene per mesi l’eredità: ma è illegittimo
Soldi restituiti con tante scuse e rimborso spese

  1. luigi Rispondi

    06/06/2020 alle 21:10

    E la Banca d’Italia cosa dice ? Tollera queste situazioni, in uso da molte banche da tempo ? I suoi servizi ispettivi sono solo per tutelare le banche ? E la procura tace ?

  2. Paolo Rispondi

    05/07/2020 alle 15:52

    solamente in questo “povero paesello2 accadono queste cose.
    vergogna.
    controllati e controllori sono le facce della stessa medaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *